domenica 21 marzo 2021

Inaugurata l'aiuola con la Pietra d'inciampo dedicata ad Antonio Sottile ed Alberto De Falco il 21 Marzo, Giornata della memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie

 







21 marzo 26a Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie. Noi ricordiamo il nostro concittadino alifano finanziere scelto Antonio Sottile ( detto Tony), insieme al collega Alberto De Falco di origini calabresi, che persero la vita durante uno scontro terroristico avvenuto la notte tra il 23 e 24 febbraio dell'anno 2000 con i contrabbandieri della SCU

lunedì 8 marzo 2021

Giornata internazionale della Donna. "Noi Voci di Donne" premia Agnese Ginocchio per l'impegno sociale





Giornata internazionale della Donna. L'associazione della provincia "Noi Voci di Donne" presieduta dalla Dott.ssa Pina Farina, ha premiato la cantautrice e testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, Presidente del Movimento Internazionale per la Pace, per "L'impegno sociale nella lotta per i diritti umani e la tutela della Madre Terra".

Il riconoscimento è stato conferito nell'ambito dell'evento "Donne al Borgo",svoltosi sabato 6 marzo 2021, presso la Chiesa dell'Annunziata situata nel centro storico dell'incantevole borgo di Caserta vecchia, dal quale si può ammirare tutto il panorama della Città capoluogo, il Vesuvio ed il mare.
L'evento culturale organizzato dalla benemerita associazione, impegnata da anni nel contrasto ad ogni forma di violenza di genere e la lotta al femminicidio, offrendo supporto e aiuto a tutte quelle donne vittime di violenza, attraverso il Centro antiviolenza di cui sono responsabili, è stato dedicato alla giovane "Maria Tedesco", vittima di femminiciio, alla cui memoria è stata conferita una targa e consegnata da Pina Farina alla sorella, presente a nome della famiglia.

lunedì 1 febbraio 2021

Giorno della Memoria: nomina Guide Escursionisti per la Pace e inaugurazione scultura dedicata alla memoria del Cav. Giovanni Di Franco ultimo combattente e reduce sopravvissuto alla guerra. Resoconto della 2 giorni

 26/27 Gennaio 2021: Il Giorno della memoria della Shoah nel Comune di Alife(CE) situato nel Parco regionale del Matese, presso l'Albero della Pace dedicato ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, ha visto lo svolgersi nei giorni 26 e 27 Gennaio la cerimonia di nomina ufficiale delle "Guide Escursionisti per la Pace"( giorno 26) e la cerimonia di intitolazione della scultura:" Il Guardiano della Pace" ( giorno 27) dedicata alla memoria del Cav. Giovanni Di Franco, ultimo Combattente e Reduce, testimone sopravvissuto alla 2a guerra mondiale. Di seguito si riporta il resoconto della 2 giorni.



26 Gennaio: Nomina delle "Guide Escursionisti per la Pace"
Presso l'Albero della Pace di Alife(CE), è stato presente il Gruppo delle Guide Escursionisti, che hanno preso parte sin dalla prima edizione alla “Pace sul Miletto” partita nel mese di Agosto dell’anno 2011 ( di cui si legge sul 1° Segnavia della Fiaccola della Pace, sito in Alife accanto all’Albero della Pace ), e successivamente alla storica tappa della “Fiaccola della Pace” (1a Ed.ne)

dedicata ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, portata su Monte Miletto,
la cima più alta dei Monti del Matese ( 2050 mt. S.l.m.) il giorno 4 Ottobre dell’anno 2020 Festa di S. Francesco D’Assisi e Giornata dedicata alla Pace e all’ecologia, che ha visto la messa a dimora del 1° Albero della Pace sulla cima più alta dei Monti del Matese e la nomina di Monte Miletto “Monte della Pace - Mons Pacis” ( tappa aggiunta sempre sul 1° Segnavia). Il gruppo presente era costituito da: prof. Carlo Pastore ( storico fondatore del C.a.i. sez. P.Matese), Antonio Alfano ( atleta e biker), Sergio Mellucci ( G.E.M. Gruppo Escursionisti del Matese), Aldo Gobbo ( G.E.M.), Umberto Riselli ( Matese Trekking), Gianni D’Amato ( C.A.I. P. Matese.), e Concetta Moscatiello (C.A.I. P. Matese),
E' stata conferita alle citate Guide la Nomina di: “Guide Escursionisti per la Pace”
del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio” (e Matese Terra di Pace). Hanno ricevuto la nomina dalle mani della Presidente del Movimento per la Pace della Provincia di Caserta-Campania Agnese Ginocchio. E' stata presente quale portavoce del territorio la fondatrice del Gruppo "Piedimonte E' Viva", Giovanna De Biasi, protagonista della Pace sul Miletto dello scorso 4 Ottobre 2020. Al termine del conferimento degli attestati il prof. Carlo pastore, Guida escursionista ha declamato una lirica dedicata alla memoria del Cav. Giovanni Di Franco a cui è stata dedicata la scultura realizzata da Ernesto Iannelli il giorno 27 alla presenza di Istituzioni e dei familiari.
 
Note: Per visualizzare il reportage completo del 26 gennaio cliccare su questo link: https://www.facebook.com/media/set/?vanity=mateseterradipace&set=a.3146251918808781

*****************

27 Gennaio. 'inaugurazione della scultura lignea dedicata al Cav. Giovanni Di Franco, ultimo Combattente e reduce, testimone sopravvissuto alla 2a guerra mondiale da poco scomparso.


“A tutti diciamo: deponete le armi, sottraetevi all’oppressione dei mercanti della guerra. Dove vorreste che, nel libro della storia dell’umanità, negli anni futuri, il vostro nome venisse letto: nel libro della vita o nel libro della morte?” ( Mons. Tonino Bello, profeta di Pace)"

Sempre presso l'Albero della Pace di Alife, dedicato ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, è stata inaugurata una singolare scultura di legno intitolata: "il Guardiano della Pace", in cui l'autore dell'opera, l' artista creativo e artigiano del legno Ernesto Iannelli di Alife, si è voluto ispirare all' "Homo Sapiens". 

Scomparsa Cav. Vincenzo Di Franco, ultimo Combattente e Reduce sopravvissuto alla guerra. Il cordoglio del Movimento per la Pace


 Il Movimento per la Pace esprime le più sentite condoglianze alla famiglia Di Franco e all'Associazione Combattenti e Reduci ( sezione matesina)presieduta dal prof. Raffaele Civitillo per la perdita del Cavaliere Giovanni di Franco , ultimo reduce e combattente sopravvissuto alla grande guerra Alife perde un importante pezzo della sua storia.

Gli alunni della IV A della primaria dell’IC Manzoni di Rescaldina donano un disegno natalizio per l’Albero della Pace




Alife(CE). Natale in tempi di Covid. anche l’ Albero della Pace, simbolo per eccellenza del Natale, e tutti gli altri alberi, come pure la Panchina della Pace e della Nonviolenza( quest’ultima posta in quest’area per sensibilizzre contro la piaga dei femminicidi e contro ogni violenza di genere), presenti nel Giardino della Pace, brillano di luci.

La Garante dell'Infanzia della Regione Abruzzo Dott.ssa Marina Falivene in visita presso l'Albero della Pace e l'Albero dei diritti dell'infanzia in Alife,

 


La Garante dell'Infanzia della Regione Abruzzo Dott.ssa Marina Falivene in visita presso l'Albero della Pace e l'Albero dei diritti dell'infanzia in Alife, per sostenere i diritti dei giovani e delle fasce più deboli.

Gianmaria si fa portavoce di un messaggio a sostegno dei cassintegrati non retribuiti.
In tempi di emergenza Covid la Garante dell' infanzia e dell'adolescenza della Regione Abruzzo, Marina Falivene, originaria di Piedimonte Matese, durante una sosta presso la propria dimora

DA MONTE MILETTO "MONTE DELLA PACE" all' ALBERO DELLA PACE IN ALIFE


 Svoltasi la Catena Umana per la Pace e consegnati gli attestati di ringraziamento ai partecipanti della salita su Monte Miletto del 4 ottobre, Festa di San Francesco.

Nella mattinata di domenica 11 Ottobre 2020, presso l'Albero della Pace in Alife(CE), dov'è presente il 1° Segnavia dela "Fiaccola della Pace", e da dove si può ammirare la cima di "Monte Miletto - Monte della Pace", è avvenuta la consegna degli Attestati di ringraziamento ai partecipanti della storica salita sul Miletto avvenuta Domenica 4 Ottobre 2020 Festa di San Francesco, dove è stata

4 Ottobre Festa di S. Francesco: la “Fiaccola della Pace” ha nominato Monte Miletto “Monte della Pace”

 

LA PACE E' CAMMINO IN SALITA!

Domenica 4 Ottobre 2020, giorno in cui è ricorsa la festa di San Francesco d'Assisi, icona della Pace e difensore del Creato, e giornata dedicata alla Pace e alla Custodia del Creato, è stata organizzata eccezionalmente, in tempi di emergenza Covid 19, la storica tappa della "Fiaccola della Pace", dedicata ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, portata per la prima volta su Monte Miletto , la cima più alta dei Monti del Matese (2050 mt), che ha visto la nomina di "Monte Miletto - Monte della Pace" e la messa a dimora del 1° Albero della Pace, sul Miletto, il segno tangibile, simbolo dell'impegno e della vita sempreverde che mai muore, che la Fiaccola porta in tutti i Comuni dove ha fatto tappa nel corso degli anni. Tutte le tappe infatti sono riportate sul "Segnavia della Fiaccola della Pace" sito accanto all'Albero della Pace in Alife(Ce). Da questa data verrà aggiunta anche la tappa del Miletto. L'evento è stato promosso dal "Movimento internazionale per la Pace e la

Salvaguardia del Creato III Millennio" della provincia di Caserta-Campania Italy, presieduto da Agnese Ginocchio, presente in prima persona alla storica tappa, con il patrocinio morale del Parco Regionale del Matese di cui presidente è Vincenzo Girfatti, dalla Comunità Montana del Matese ci dui presidente è Francesco Imperadore, dai Comuni di Roccamandolfi e di San Massimo retti dal Sindaci Giacomo Lombardi e Alfonso Leggieri, dalla Consulta delle Associazioni del Matese di cui Presidente è Vincenzo D'Andrea, dall'Associazione Nazionale "Combattenti e Reduci" (sez. di Piedimonte Matese) di cui Presidente è Raffaele Civitillo. Con

l'adesione dei gruppi escursionistici G.E.M.( Gruppo Escursionisti del Matese); Matese Trekking e C.A.I.(Club Alpino Italiano sezione Piedimonte Matese), presenti con le loro Guide: Sergio Mellucci, Umberto Riselli e Gianni D'Amato, che hanno coordinato e monitorato l'intero svolgimento del percorso, partito dal punto base in zona Campitello Matese, per poi giungere fino alla vetta.
Allo storico evento hanno preso parte amici sensibili, amanti della Pace e della montagna, dei quali alcuni erano alla loro prima esperienza sul Miletto, ma che grazie al supporto delle Guide che hanno assistito il percorso, è stato possibile raggiungere la vetta.
All'atleta biker escursionista di Alife Antonio Alfano, protagonista dell'iniziativa annuale denominata "Pace sul Miletto" sin dalla 1a ed.ne, promossa sempre dal Movimento per la

Pace, il compito di portare la piantina di agrifoglio messa a dimora nell'area di sosta ( nelle vicinanze dell'area dove termina l'impianto sciovia e dove nasce la Sorgente denominata "Capo d'acqua" ( d'inverno pista Azzurza) proprio accanto al primo albero di faggio che si incontra durante il percorso di ritorno dal Miletto) e di issare sulla vetta del Monte la Bandiera della Pace dove sono state riportate le ultime intenzioni ( tra cui quella per la Bielorussia e i bambini di Chernobil), con la data del 4 Ottobre.
Durante il posizionamento della Bandiera e la messa a dimora della piantina, hanno aiutato

anche le Guide. Accanto alla Bandiera e al piccolo Albero intitolato alla Pace, sono state collocate 2 targhe di dedica dello storico evento riportanti tutta la motivazione ed il significato dell'evento del 4 Ottobre ( si riporta in coda la dicitura). Una giornata bellissima all'insegna del sole ( nonostante le condizioni sfavorevoli del tempo nei giorni precedenti) ma anche del vento che sulla vetta tirava forte, favorevole però perchè ha permesso alla Bandiera di ergersi e sventolare in tutta la sua bellezza. Difficile restarne non incantati. Gli amici che hanno preso parte allo storico evento, ponendo le loro firme sull' atto dell'Appello consegnato ai due Sindaci, sottoscrivendo così una nuova pagina della "Storia dell'impegno per la Pace" nelle nostre belle terre del "Matese - Terra di Pace" sono, del Gruppo GEM: ( Guida Sergio Mellucci); Giovanna De Biasi (Associaz. Gruppo "Piedimonte è viva"), Anna Grillo, Barbara Caprarelli, Aldo Gobbo; del Gruppo Matese Trekking ( Guida Umberto Riselli): Valentina Fragola, Raffaella Forte, Maria Antonietta De Pasquale, Luigi Crispino e Giuseppina Del Nunzio ( gli ultimi 2 di


Alife); Gruppo CAI (Guida Gianni D'Amato): Concetta Moscatiello, Andrea Pioltini (A. Pioltini anche in rappresentanza del Movimento per la Pace); e Carlo Pastore ( quest'ultimo per motivi di salute ha seguito e monitorato lo svolgimento dell'evento a distanza, ha delegato Agnese Ginocchio per la firma). Una grande giornata che ha scritto una nuova pagina di impegno. Soddisfatti e contenti tutti i partecipanti, soprattutto perchè, al di la della fatica fisica, per la prima volta sono stati i "veri protagonistii" di una grande impresa mai avvenuta prima d'ora nel Matese.
Bisognava farlo, ora e non domani, non c'era più tempo per aspettare. Arrampicarsi per arrivare fin sulla cima di quello che i Sanniti definivano il "Monte Sacro", ( già Mons Militum), ma che da oggi acquisterà il nome di "Monte della Pace", in virtù di tutte le tappe annuali di "Pace sul Miletto" partite dall'anno 2011 ( di cui protagonisti sono stati gli escursionisti Antonio Alfano, Carlo Pastore, Sergio Mellucci, Aldo Gobbo, Concetta Moscatiello, Dott Biagio Carangelo con la figlia Giulia Carangelo, Geppino Civitillo, Dante Tazza, Rosanna Giarrusso, Andrea Pioltini, Pasquale Biondi, Giovanni Cornelio e altri che si aggiunsero in loco..) per lanciare un messaggio di Pace e di fratellanza Universale, in tempi di emergenza Covid 19, dalla vetta del mondo, per chiedere alla Pace e a San Francesco, Icona della Pace, di liberare le nostre terre del Matese, la Campania, il Molise, l'Italia ed il mondo intero, dalla nuova peste che sta affliggendo questo tempo. Prima di riprenere la strada del ritorno alla base, giungevano sul Miletto due amanti della montagna che hanno voluto farsi immortalare con la

Bandiera della Pace. Si trattava di due giovani originari di Pietravairano(Ce) e di Venafro(IS).
Da questa vetta mentre si declamavano le intenzioni, è stato elevato anche un pensiero al Vescovo di Caserta D'Alise, venuto a mancare proprio all'alba di questa giornata a causa del Coronavirus. "La PACE deve ergersi dal Tetto del mondo . A noi tutti - Testimoni e Costruttori del cammino di Pace in salita… sta nel custodirla ogni giorno con le azioni e con la forza della Nonviolenza”!

Quella del 4 Ottobre è stata una grande azione di coraggio che ha sfidato incertezze, paure e tempo sfavorevole, un indubbio segno concreto di impegno e di cambiamento.
Si ricorda che l'evento é stato organizzato rispettando le regole dell' ultima ordinanza di sicurezza emanata dal Governo in tema di Covid.
Si riporta la motivazione e la storia riportata sulle 2 Targhette di cui una posizionata su Monte Miletto sotto la Bandiera della Pace e l'altra accanto all'Albero intitolato alla Pace.
il “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio” (Matese, Campania, Italia)”, con gli “Amici della Montagna” (GEM Gruppo Escursionisti del Matese, MATESE Trekking, C.A.I. Club Alpino Italiano sez. di Piedimonte Matese, CONSULTA delle Associazioni del Matese e con il Patrocinio del Parco Regionale del Matese, della Comunità Montana del Matese, del Comune di Roccamandolfi, del Comune di San Massimo e dell’ Associazione Nazion. Combattenti e Reduci ( sez. di Piedimonte Matese), ha portato per la prima volta, in tempi di emergenza Covid 19,
la “Fiaccola della Pace dei 100 anni della Grande Guerra” dedicata a “tutti i caduti e alle vittime delle guerre, attentati, terrorismo, criminalità, violenze e mafie” di Monte Miletto, del Matese e nel mondo, dai 100 anni ad oggi”, mettendo a dimora nell’area adiacente dove terminano gli impianti sciovia ( appartenente al comune di San Massimo) l’ “ ALBERO della PACE, della Giustizia e di Madre Terra “
( consistente in una piantina di agrifoglio) con la citata dedica.

In relazione all’iniziativa annuale denominata “Pace sul Miletto” partita dall’anno 2011 ( di cui si legge sul 1°Segnavia della Fiaccola della Pace (sito in Alife accanto all’Albero ella Pace ), dove alcuni amici escursionisti: “Antonio Alfano ( atleta e biker di Alife); Carlo Pastore, Gianni D’Amato ( fondatore e socio C.A.I. P. Matese); Andrea Pioltini ( Movimento per la Pace); Sergio Mellucci, Aldo Gobbo, Concetta Moscatiello, Biagio Carangelo e Geppino Civitillo (GEM Gruppo Escursionisti del Matese); Umberto Riselli (Matese Trekking); e a cui partecipò anche il Gruppo del C.A.I. P. Matese con il Presidente Franco Panella ed altri amici fra cui Pasquale Biondi e Giovanni Cornelio..”, alla vigilia di Ferragosto e Solennità dell’Assunta in Cielo, hanno portato ed issato da questa vetta più alta dei Monti del Matese, quale segno e atto di affidamento dell’Umanità alla Pace, la “Bandiera della Pace”, riportante particolari intenzioni annuali, dopo che la stessa gli venisse consegnata in Alife(Ce) dalla Presidente del Movimento

per la Pace Agnese Ginocchio, nel giorno della festa patronale di San Sisto 1° p. e m.,
CONFERISCE a MONTE MILETTO (da Mons Militum ) la Nomina di “MONTE DELLA PACE - MONS PACIS” - a 100 anni dalla 1° guerra mondiale.
( ovvero “Tifernus – la Montagna Sacra” che i Sanniti, avevano attribuito ai Monti del Matese).
“Dopo 100 anni di guerre, di orrendi crimini, violenze e massacri, è venuta l’ora di dichiarare la PACE Diritto Umano e PATRIMONIO dell’UMANITA’. A noi tutti -Testimoni e Costruttori del cammino di Pace in salita…sta nel custodirla ogni giorno con le azioni e con la forza della Nonviolenza”.

“ Monte Miletto (Roccamandolfi, Isernia), San Massimo(Cb), 4 Ottobre 2020, Giornata mondiale della Pace, del Creato e della Nonviolenza, Festa di S. Francesco d’Assisi Patrono d’Italia e dell’ Ecologia. Anniversario della nascita di Gandhi ( 2 Ottobre). 100 anni 1° Guerra Mondiale”.


 Per visualizzare l'intero reportage foto cliccare sul seguente link:  https://www.facebook.com/media/set/?vanity=mateseterradipace&set=a.2861091190658190 

martedì 1 settembre 2020

1°Settembre 2020 Giornata dedicata alla "Salvaguardia del Creato" ed Inizio anno scolastico 2020/2021. Messaggio di Agnese Ginocchio





1° Settembre 2020 Giornata dedicata alla "Salvaguardia del Creato" ed Inizio anno scolastico 2020/2021. Il  messaggio di Agnese Ginocchio rivolto ai Dirigenti e docenti, amici della Pace 
( seguirà video messaggio). 

BUON INIZIO ANNO SCOLASTICO! È tempo di pensare... Buon anno scolastico a tutti voi Dirigenti scolastici, docenti e personale scolastico, nella speranza di riprendere presto, con i nostri

Dall'Albero della Pace in Bocca della Selva la testimonianza di Michele Rossi ex cacciatore






Dall' Albero della Pace di Bocca della Selva, un altro "miracolo" avvenuto a firma della Pace. Michele Rossi di Montaquila, ex cacciatore, racconta la sua testimonianza di abbandono alla caccia e la scelta della nonviolenza. 

"Pace sul Miletto ed.ne 2020". Da San Sisto al Miletto, per liberare il mondo dalla peste. Una dedica al compianto giornalista Nunzio De Pinto.



"PACE SUL MILETTO ED.NE 2020". Da San Sisto al Miletto per liberare il mondo dalla peste "Una dedica al giornalista Nunzio De Pinto”. La PACE è cammino in salita! Da Ferragosto, la Bandiera della Pace, consegnata ad Antonio Alfano e a Carlo Pastore il giorno della festa patronale di San

venerdì 31 luglio 2020

E' tempo di pensare..(No alla manipolazione delle coscienze). L'ultimo progetto impegnato di Agnese Ginochio in video musica


Pubblicato su internet il video che accompagna il brano composto della cantautrice e attivista per la Pace Agnese Ginocchio (Arrangiamenti e cori a cura del M° Niki (Nicola) Saggiomo ) dal titolo: ” E’ tempo di pensare..”, un forte messaggio contro ogni forma di manipolazione delle coscienze che corrompe il cuore umano portandolo alla distruzione e all’annientamento di tutto ciò che è umanità. Il brano è stato composto durante il periodo di quarantena. Nel video fotogramma che richiama il libro “Riace. Musica per l’Umanità”. Un carosello di immagini che descrivono come un libro aperto l’impegno della cantautrice nel corso degli anni. Tra i fotogrammi anche il Vescovo Nogaro e George Floyd. Composto in occasione della 1a Giornata Internazionale delle Coscienze indetta dall’ONU

lunedì 24 febbraio 2020

L'Albero della Pace ricorda il 20°Anniversario dei Finanzieri scelti dei Baschi verdi, Antonio Sottile originario di Alife e Alberto De Falco

23/24-02-2020. L'Albero della Pace ricorda il 20°Anniversario della scomparsa dei Finanzieri scelti dei Baschi verdi, Antonio Sottile (detto Tony) originario di Alife e Alberto De Falco, Medaglia d'oro al valor civile. 




 Fiori gialli deposti ai piedi della targa di dedica dell'Albero di ulivo dedicato al Sottile ( piantumato durante l'ultima edizione della Fiaccola della Pace) per ricordare l' intrepido coraggio del e dei finanzieri delle Fiamme Gialle impegnati nella lotta alle mafie e all' antiterrorismo, che persero

venerdì 21 febbraio 2020

Il Movimento per la Pace ricorderà il finanziere scelto Antonio Sottile nel 20° della scomparsa ( 23 - 24 Febbraio 2020)

Nel ricordo di Tony, il Movimento per la Pace della provincia, ha dedicato l'ultima edizione della
"Fiaccola della Pace" avvenuta nel Maggio dell'anno 2019, piantumando l' albero di ulivo intitolato "alla memoria e all'impegno" con targa di dedica, messo a dimora accanto all'Albero della Pace di Alife. In occasione del 20° anniversario della scomparsa del finanziere scelto dei Baschi verdi Antonio Sottile detto "Tony" e del collega Alberto De Falco, avvenuta la notte tra il 23 e 24 Febbraio dell'anno 2000, il finanziare originario di Alife verrà ricordato presso la propria cittadina di origine con un omaggio floreale  insieme ad una rappresentanza degli alunni dell'Istituto Comprensivo di Alife, al Sindaco e a quanti vorranno unirsi a questo momento commemorativo. L'evento si terrà nell'ambito della cerimonia che sta organizzando la Guardia di Finanza, prevista per il prossimo 5 Marzo.
Di seguito le foto relative alla visita di Agnese Ginocchio rappresentante dl Movimento per la Pace

Per tutte le tappe della FIaccola della Pace collegarsi alla pagina ufficiale dedicata all'evento su Fb

SI COMUNICA CHE PER RESTARE AGGIORNATI SU TUTTE LE TAPPE DELLA "FIACCOLA DELLA PACE DEL III MILLENNIO"  COLLEGARSI ALLA PAGINA PUBBLICA ( Accessibile a tutti dal motore di ricerca Google) UFFICIALE DELL'EVENTO SU FB al seguente link:   https://www.facebook.com/fiaccoladellapace3millennio/

La FIaccola della Pace farà tappa ad Aversa il 13 Marzo.

SI COMUNICA CHE PER RESTARE AGGIORNATI SU TUTTE LE TAPPE DELLA "FIACCOLA DELLA PACE DEL III MILLENNIO"  COLLEGARSI ALLA PAGINA PUBBLICA ( Accessibile a tutti dal motore di ricerca Google) UFFICIALE DELL'EVENTO SU FB al seguente link:   https://www.facebook.com/fiaccoladellapace3millennio/


La Fiaccola della Pace ad Aversa il prossimo 13 Marzo. Grande manifestazione con la Scuola Pascoli. In alto le Scuole di Pace!


domenica 22 settembre 2019

5a ed.ne della FIACCOLA della PACE. MARZANO APPIO RECORD SCUOLA E CITTA' PER LA PACE.: GIOVANI IN MARCIA PER LA PACE E PER L'AMBIENTE. PIANTATO il 2° Albero della PACE contro tutti i crimini ambientali


 MARZANO APPIO(CE), RECORD SCUOLA DI PACE E COMUNE PER LA PACE.

Per visualizzare l'intero reportage fotografico della manifestazione cliccare su questo link: 






Grande partecipazione alla "Fiaccola della Pace" che per la quinta svolta ha fatto tappa nel bellissimo e storico borgo dell'alto casertano. Piantato il 2° Albero della Pace contro tutti i crimini e i terrorismi ambientali. La manifestazione si è volta venerdi 20 Settembre 2019 ed è coincisa con la 38a Giornata