martedì 12 novembre 2013

INQUINAMENTO SUL MATESE. I CAMION CON RIFIUTI TOSSICI E SCORIE RADIOATTIVE CAUSA DI CANCRO E DI LEUCEMIE, POTREBBERO ESSERE STATI SEPOLTI OVUNQUE.

CASO inquinamento MATESE-  Da Venafro a Termoli, passando per l’area del Matese, a cavallo con la provincia di Caserta, si moltiplicano di ora in ora le segnalazioni di potenziali siti inquinati da
rifiuti tossici e , si teme, anche radioattivi. Il terremoto provocato dalle dichiarazioni di Schiavone, sta scatenando il caos. E adesso la domanda è: saremo in grado, da soli, di far fronte all’emergenza? Abbiamo risorse, mezzi e tecnici sufficienti per scandagliare ogni terreno, ogni cava considerati sospetti? La sensazione è che non sarà cosa facile e per questo c’è chiede un piano d’intervento straordinario nell’area del Matese. I rifiuti tossici infatti, potrebbero essere stati sepolti ovunque. C'é gente che giura di avere visto arrivare camion di notte salire sui Monti del Matese dalle strade dei comuni di Castello, di S. Gregorio e così via... per poi dileguarsi misteriosamente per altre strade in direzione del Molise. Ogni cava sita in questi luoghi potrebbe essere a rischio. Ma se si è arrivati a
questo è perché non sono mai stati fatti controlli adeguati. Perchè si è preferito chiudere gli occhi di fronte alle proprie responsabilità? La cosa gravissima è che a distanza di anni il governo e la politica locale hanno avuto precise responsabilità. Le dichiarazioni del pentito risalgono al 1997 e cosa è stato fatto in questi sedici anni? E' da anni che i cittadini del Matese parlano di strani movimenti notturni. E' da anni che nei fiumi si manifestano strani fenomeni. Ultimo fra tutti il fenomeno di una schiuma biancasta che ha completamente invaso le acque del Fiume Sava di Fontegreca(vedi foto in alto). La cosa che desta allarme è l'incidenza di patologie tumorali e leucemie in continuo aumento. Medici di famiglia che hanno in cura pazienti ammalatisi di queste patologie, riferiscono che i Dottori del Pascale e di altri Centri Oncologici a Napoli presso cui sono stati indirizzati i pazienti ammalati di patologie tumorali, hanno dichiarato che quanto si sta verificando in un area che dovrebbe essere incontaminata, non è normale e che dunque "qualcosa" di strano deve essere accaduto. Questi medici specialisti parlano con tanto di dati e di documenti in mano. Il MATESE é stato oggetto di sversamenti illeciti da parte della camorra, La gente del Matese si sta ammalando ed è spaventata. Giunti a questo punto, è inutile gettare acqua sul fuoco, di fronte all'evidenza dei fatti, occorre fare assolutamente chiarezza. Per amore della verità non si può tacere! Don Peppe Diana diceva: Per Amore del mio popolo non tacerò! Per amore di chi crede ancora nei valori dell'onestà e di quanto Madre Terra può offrirci di buono, è giunto il momento di chiedere COSA è accaduto nel MATESE? SI DOMANDI A SCHIAVONE Di INDICARCI quei LUOGHI interessati da sversamenti illeciti, in quali luoghi sono state sepolte scorie radioattive???? E' necessario conoscere questi luoghi per poterli isolare e preservare dunque quanto di buon ancora resta in questa Terra: la vita, la salute, l'agro alimentare, e tutto quanto riguarda la storia ed il futuro di queste bellissime Terre, orgoglio e patrimonio della Campania Felix! E' giusto quindi che venga predisposto un piano straordinario. Servono fondi per dare ai cittadini del Matese le risposte che chiedono. Se necessario faremo tutti una colletta, per amore della nostra Terra, della nostra gente, dei nostri figli, del futuro di queste generazioni. Segnalazioni (riferite al passato) di strani movimenti di camion nel cuore della notte sono arrivate dai comuni dell' alta area del Matese per allungarsi fino alla provincia di Isernia, così come da Bojano e dai centri del basso Molise. Bisogna chiedere l'Istituzione di un Comitato per la sicurezza pubblica. Intanto una prima mappa dei siti potenzialmente inquinati la sta disegnando la Corea. Occorrerà a questo punto individuare esattamente questi siti per poter effettuare dei rilievi sia sui livelli di tossicità che di eventuale radioattività. Ovviamente appena ci saranno questi dati saranno trasmessi agli organi inquirenti. Oltre all'inquinamento  bisognerà anche individuare i complici che hanno favorito questo scempio, sempre a condizione che le segnalazioni risultino attendibili. Certo è che la gente è spaventata e il livello di preoccupazione è molto elevato soprattutto per i casi di tumori presenti in questi territori. La gente domanda trasparenza massima soprattutto nella filiera alimentare. E ritiene che anche alcune campagne delle Regioni confinanti della Campania e del Molise, aventi in comune l'area del MATESE, possano essere inquinate. Molti pensano che le istituzioni sapevano e non hanno informato. Le persone muoiono, siamo costantemente in lutto, questa è la verità. Ogni famiglia  ha in casa un caso di cancro...Sino ad ora le istituzioni che raccoglievano le lamentele dei contadini, alle quali si chiedeva di bloccare i camion provenienti dal Nord per verificare che non portassero illegalmente i liquami tossici delle industrie,  non hanno fatto nulla, ma è giunta l'ora che diano delle risposte esaustive su quanto accaduto in passato e anche quanto sta accadendo, perchè c'è gente che giura di vedere tuttora strani movimenti. Occorre alzare la guardia e richiamare con vigore il massimo impegno dei Sindaci dell'area del Matese, dell' Amministrazione provinciale e della Regione Campania. A tale proposito riteniamo giusto che si chieda anche un intervento dell' Arpac, del Corpo Forestale e del Noe. Non si può più aspettare è in gioco la salute pubblica ed il futuro di queste bellissime terre. Il Matese é l'IMMAGINE del CREATO SALVIAMOLO! ( Presidenza del Movimento per la Pace e la Salvaguardia del CREATO - III Millennio 12 Novembre 2013)

Nessun commento: