martedì 25 ottobre 2011

SIRACUSA – “ARCIDIOCESI” Parole e musica per illuminare la Pace

Parole e Musica per illuminare la Pace .( Il programma completo)

(Fonte RADIORAM SIRACUSA)-10a Giornata Ecumenica del Dialogo Interreligioso.  “Percorsi di Pace sono in atto nella nostra terra, ma vanno illuminati. Diverse religioni sono presenti a Siracusa, vogliamo fare emergere questo desiderio di pace che fa ben sperare per il futuro”. Padre Carlo D’Antoni, direttore dell’Ufficio diocesano per l’Ecumenismo ed il dialogo interreligioso, spiega in poche parole la manifestazione “Parole e musica per illuminare la pace”, quattro appuntamenti che si terranno a fine ottobre ed a fine novembre tra Siracusa e Solarino.

“E’ quasi un’esigenza che arriva dal territorio. Nella nostra provincia – spiega padre Carlo – abbiamo una presenza di buddisti, una forte comunità islamica, abbiamo anche una sinagoga. Siamo di fronte ad una società multietnica che vuole dialogare”. Il primo appuntamento giovedì 27, alle ore 18.30 nella chiesa di San Corrado Confalonieri, nel 25° anniversario dell’incontro voluto da Giovanni Paolo II ad Assisi tra i rappresentanti delle confessioni cristiane e delle religioni. L’incontro inizierà con la proiezione del documentario che racconterà lo “Spirito di Assisi”: 25 anni di cammino per la pace. Quindi un confronto tra rappresentanti delle confessioni cristiane e delle religioni: i rappresentanti della comunità islamica, un monaco buddista, un prete ortodosso, un pastore battista, un rabbino. Interverranno l’arcivescovo di Siracusa mons. Salvatore Pappalardo; Kheit Abdelhafid, presidente della comunità islamica di Sicilia e Imam della moschea di Catania; il monaco buddista della Pagoda della pace di Comiso Gyosho Morishita; Michele, prete della chiesa ortodossa rumena; il pastore battista Huw Anderson della chiesa evangelica di Matera; il rabbino Stefano Di Mauro della comunità ebraica di Siracusa.

“E’ un evento per gli ospiti che interverranno – ha detto il presidente del consiglio provinciale Michele Mangiafico – per cercare di andare oltre il dibattito culturale che caratterizza il dialogo tra le religioni. L’essere un territorio di accoglienza è nel dna della nostra provincia. Il significato di accoglienza cambia nel corso dei secoli: oggi vuol dire essere capaci di guardare al disagio dei popoli del nord africa. Noi siamo in un luogo di transito e siamo visti come luce di speranza”. A dare un segnale di accoglienza è stato il vicesindaco di Solarino Giuseppe Lissandrello: “Il nostro comune – ha detto – può rappresentare un esempio di integrazione: sono circa 400 gli extracomunitari, su 7 mila abitanti, e ci sono due comunità alloggio. Un piccolo comune che però cerca di difendere il suo modello di integrazione culturale e che ospiterà con piacere l’evento nella settimana del dialogo interreligioso”.

Insieme a padre Carlo hanno presentato la manifestazione due componenti della commissione per l’ecumenismo, Caterina Pugliese e Marco Mazzeo. Sabato, 29 ottobre, con inizio alle ore 18.30, nel salone del Cenacolo Domenicano a Solarino, un confronto in musica sul tema “Dialogo, pluralismo, democrazia: il nostro comune orizzonte”. Sul palco Agnese Ginocchio, cantautrice per la pace e l’impegno civile di Caserta; Ramzi Harrabi, poeta e cantautore musulmano; Peppe Cubeta, cantautore siracusano; Ahmed Abdel Aziz Ali, presidente dell’Associazione Giovani Musulmani d’Italia (Milano). A moderare l’incontro sarà la giornalista Oriana Vella. “Sul palco suoneranno musulmani ed ebrei. I Paesi del nord Africa attraversano un momento di violenza. Noi intravediamo fenomeni positivi per immaginare la pace nel nostro angolo di mondo. Non dobbiamo temere la storia. Anzi dobbiamo dare il nostro apporto perchè la storia si metta in moto.

Concluderà il professore Fichera dell’Istituto alberghiero di Siracusa – ha detto padre Carlo D’Antoni – che farà una ricostruzione storica del tipico dolce siciliano, ricco di contaminazioni, la cassata. Un dolce simbolo dell’accoglienza e dell’integrazione tra popoli”. A fine novembre, il 23 e il 24, altri due momenti sul dialogo interreligioso. Mercoledì 23, nel salone del Cenacolo Domenicano a Solarino, interverranno il prof. Adnane Mokrani ed il prof. Gianni Novelli del Cipax, Centro interconfessionale per la pace di Roma. Mokrani e Novelli l’indomani, giovedì 24, nella chiesa di Bosco Minniti a Siracusa, incontreranno gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori siracusane. Siracusa, 25 ottobre 2011

Arcidiocesi di Siracusa (Fonte Radioram)

************

Solarino(Sr)- 29 Ottobre 10a Giornata Dialogo Interreligioso. "Talk Show: parole e musica per illuminare la PACE"

Solarino(Sr)- 29 Ottobre 10^ Giornata Dialogo. Talk show: parole e musica per illuminare la Pace.
Con Agnese Ginocchio, artisti e fratelli musulmani



Solarino(Sr)- In occasione della decima giornata ecumenica del Dialogo Cristiano islamico, l' Ufficio diocesano per l' ecumenismo e il dialogo interreligioso di Siracusa coordinato e diretto da padre Carlo D'Antoni, responsabile diocesano, organizza una serie di iniziative. Si riporta quella relativa all'evento disabato 29 ottobre. Presso il salone del cenacolo domenicano a Solarino(Sr) a partire dalle ore 18.30 sino alle 21.30 si svolgerà il Talk show: "Parole e musica per illuminare la Pace". L'importante evento artistico culturale vedrà la presenza di personalità impegnate nel mondo dell'arte, della cultura e dell'impegno civile per la promozione e la diffusione di una cultura per la Pace, il dialogo e la nonviolenza. Si tratterà il tema del Dialogo, del pluralismo, ddella emocrazia: il nostro comune orizzonte. Interverranno: da Caserta Agnese Ginocchio cantautrice per la Pace e d'impegno civile. Ramzì Harrabi poeta e cantautore musulmano. Peppe Cubeta cantautore di Solarino; da Milano Ahmed Abdel Aziz Ali, presidente dell’Associazione Giovani Musulmani d’ Italia. Condurrà la serata la giornalista Oriana Vella. A seguire, a cura del prof. Fichera dell’Istituto alberghiero di Siracusa, presentazione della cassata: un dolce che è simbolo dell’inclusività e dell' accoglienza vissute da sempre in Sicilia. Degustazione della cassata. (Comunicato stampa)

*********

Assisi 27 ottobre 2011- Giornata mondiale di preghiera per la Pace. SI organizzi in ogni luogo un momento di riflessione per il “dono della PACE”

Assisi 27 ottobre 2011- IV Giornata mondiale di preghiera per la Pace.


Il 27 ottobre 2011 giornata ecumenica del Dialogo Cristiano Islamico quest’anno celebra il 25° anniversario della 1a Giornata della PACE e del dialogo che fu indetta da Papa Giovanni Paolo II ad Assisi, giornata ecumenica di dialogo e di preghiera per la Pace e la giustizia nel mondo con i rappresentanti di tutte le religioni. Venticinque anni dopo il Papa insieme ai rappresentanti di tutte le religioni del mondo si troveranno di nuovo ad Assisi. L’ invito a tutti gli “Amici della PACE” a celebrare ovunque questa giornata in sintonia con lo spirito di Assisi, per ricordare a tutti quanto sia importante il “dono della PACE”, senza la quale non ci sarà mai futuro. I tempi che viviamo sono drammatici. Solo la Pace potrà salvarci! Non perdiamo tempo. Agiamo…. (Da: ”Agnese Ginocchio" Movimento per la Pace ” prov. Caserta )

Leggere la lettera dell’appello

***********

Il nobel per la Pace alle donne Africane. La forza delle Donne attiviste per la Pace cambierà il mondo. la Pace é Donna!

La PACE é DONNA!!!! La FORZA delle DONNE attiviste per la PACE cambierà il mondo....W chi si Impegna per la PACE. " Non perdere tempo e afferra perciò la parte migliore. Scegli allora la via della Pace e impegna la tua vita per rinvigorire l'arida civiltà!!!". " Auguri alle liberiane Ellen Johnson Sirleaf e Leymah Gbowee, e alla yemenita Tawakkol Karman da tutto il popolo del "Movimento per la Pace ". CI rappresentate tutte, in particolare rappresentante NOI DONNE impegnate sui sentieri della PACE.. La PACE é DONNA!!! By: A. Ginocchio, cantautrice per la Pace- Movimento per la Pace)

*******

venerdì 21 ottobre 2011

Riflessione di Pace di Agnese Ginocchio pubblicata su Newsletter "Fondazione Angelo Frammartino onlus( Editoriale Ottobre 2011)"

Cari amici vi invito a leggere (e a diffondere) la mia riflessione di Pace sulla Marcia per la Pace Perugia Assisi pubblicata nella Newsletter della Fondazione nazionale Angelo Frammartinio onlus. Editoriale di Ottobre 2011.

Anche quest'anno la Marcia "Perugia - Assisi" ha visto la grande partecipazione di tanta parte della società civile, di organizzazioni e singoli. E dopo un cammino si apre lo spazio per il pensiero e la riflessione. Ospitiamo con piacere per il numero di Ottobre della nostra Newsletter, un editoriale di Agnese Ginocchio, Cantautrice per la Pace.


Per leggere il resto collegarsi al seguente link:


http://www.angeloframmartino.org/it/in-primo-piano/2-in-primo-piano/357-riflessione-di-pace.html
 

********

BLACK Bloc scontri ROMA- La MADONNA non si TOCCA!


Roma- BLACK Bloc scontri ROMA- La MADONNA non si TOCCA! Avete colpito il centro, la vostra vita, la vostra MADRE...pentitevi di quello che avete fatto. Non con la violenza si risolvono i problemi. Avete rabbia? Tutti abbiamo la rabbia dentro, la rabbia per l'ingiustizia che in questo tempo di forte crisi sembra prendere il sopravvento. Ma avere rabbia non significa spaccare le cose, sfacciare tutto e di...struggere quel poco di buono che ancora resta, ne tanto meno profanare i simboli religiosi! Ci sono metodi diversi. La rabbia e il male si vincono con l'impegno propositivo a mettersi insieme e trovare strategie alternative per la risoluzione dei problemi. Il male e la rabbia si combattono praticando l'azione contraria e cioé la pratica della Nonviolenza attiva. Guardate l'esempio di GANDHI, di MARTIN LUTHER KING...di tantissimi PERSONAGGI laici protagonistti delle più grosse rivoluzioni nonviolente che hanno cambiato veramente la storia. MA per quale record volete essere ricordati per quello di sfasciare tutto? Bella cosa.... RAGIONATE! PRIMA di sfasciare tutto STUDIATE, DOCUMENTATEVI, LASCIATE LAVORARE IL CERVELLO in positivo, non pensate solo alle play station e ad imparare dai giochi di guerra a fare altre guerre che a differenza dei giochi con le play station, sono reali e producono solo danni! Prendete esempio dai grandi PERSONAGGI CHE HANNO SEGNATO in positivo la STORIA. POSSIBILE che deve prevalere in voi sempre l'IGNORANZA? Come si può colpire a morte la propria MADRE? COME si può colpire CHI desidera il vostro ben? QUESTO GESTO INSANO é il culmine di una civilità al massimo sbando, al massimo degrado culturale e morale, di una gioventù bruciata troppo in fretta dalle false ideologie che trasformano i giovani in burattini schiavi (e non liberi) in mano a menti perverse...Senza volerlo avete procurato solo un enorme danno a voi stessi, vi siete abbassati a fare il gioco del SISTEMA MARCIO, siete stati manovrati da CHI non vuole il vostro bene bensì la vostra distruzione....CAMBIATE STRADA, CAMBIATE METODO prima che sia troppo tardi e chiedete scusa per quello che avete fatto: RAVVEDETEVI, RITORNATE in voi STESSI! CHIEDETE scusa a VOSTRA MADRE!!! Di fronte a questa scena, esprimere la sola parola "Vergogna " che di per sé possiede già un significato grave, é troppo poco...Uscite dal tunnel delle tenebre che hanno plagiato la vostra mente e soggiogato i vostri pensieri e ritornate alla Luce. Gettate quegli abiti di morte e indossate le vesti della Luce! (Da: Agnese Ginocchio- Movimento per la Pace 19 Ottobre 2011 )
 
*************

mercoledì 19 ottobre 2011

Andiamo tutti a ROMA nel prossimo week end per issare la Bandiera della Pace sui luoghi infangati dalla violenza dei Black Bloc

AVVISO IMPORTANTE (fate girare): Andiamo tutti a ROMA Sabato 22 Ottobre 2011. Ad una settimana di distanza dalla Manifestazione del 15 OTTOBRE andiamo a Roma nel prossimo week-end per ISSARE la BANDIERA della PACE e della NONVIOLENZA sui luoghi infangati e colpiti dalla violenza dei Black Bloc. Amici e simpatizzanti del popolo della PACE bisogna lanciare un MESSAGGIO FORTE di Pace per contrastare l'azione violenta di questi gruppi. E' ora di muoversi nuovamente. Chi aderisce all'azione simbolica? Fatevi vivi. Ovviamente é un'iniziativa spontanea che nasce proprio dal desiderio di PACE su quanto accaduto una settimana fa circa. Se riusciremo a formare un bel gruppetto, ci raduniamo in Piazza S. Giovanni, intorno alle ore 12,00 possiamo incontrarci tutti lì e formare un grande cerchio, tenerci per mano, innalzare( o leggere) pensieri, messaggi e canti di Pace(io porterò la mia chitarra). Sarà bellissimo...


Chi intende aderire risponda all'email del ns. Movimento.

Da "Agnese Ginocchio" cantautrice per la Pace ( Movimento per la PACE )

domenica 16 ottobre 2011

ROMA - Manifestazione INDIGNATI, il giorno dopo. Appello ai Media: "Basta" scene di violenza! Fateci vedere il vero volto della Manifestazione...



ROMA - Manifestazione INDIGNATI, il giorno dopo. APPELLO alla mobilitazione. Oggi domenica 16 OTTOBRE bisogna parlare della parte buona della manifestazione. I MANIFESTANTI PACIFICI INDIGNATI lanciano l'appello alla mobilitazione: Ci sentiamo offesi per l'accaduto e per le scene di violenza diffuse in TV, adesso BASTA! Parliamo della VERA MANIFESTAZIONE! VOGLIAMO VEDERE in TV IL VERO VOLTO PULITO ...della manifestazione del 15 Ottobre a ROMA e... ascoltare le ragioni dei MANIFESTANTI. Durante la manifestzione sono state fatte tantissime riprese ed interviste, fateci vedere e ascoltare quelle. "BASTA" scene di violenza! Per favore chiediamo che mandino in tv queste scene e non gli scontri. Se si continua a dare spazio e parlare degli scontri, altro non si fa che il gioco di questa gente che ha voluto sminuire l'enorme impoirtanza di una manifestazione contro la crisi. Non ha senso continuare a dare spazio alle gesta di questa gentaglia, non si fa altro che dare importanza a questi sedicenti gruppi di fanatici pilotati e plagiati ad hoc dal sistema marcio, e nel contempo il MOVIMENTO perde la sua forza...Mettiamo in atto un' AZIONE di protesta di massa. I MANIFESTANTI PACIFICI INDIGNATI lanciano l'appello alla mobilitazione: adesso BASTA! Parliamo della VERA MANIFESTAZIONE! VOGLIAMO VEDERE in TV IL VERO VOLTO PULITO della manifestazione del 15 Ottobre a ROMA e ascoltare le ragioni dei MANIFESTANTI, sono fateci vedere e ascoltare solo questo. BASTA! ..Lanciate l'appello sulle vostre bacheche. Passaparola..(by: Agnese Ginocchio)
 
*********

Manifestazione Indignati Roma: ... "Perderete la guerra .".(di Giovanni Sarubbi)

Bellissima riflessione a caldo sulla manifestazione degli INDIGNATI del 15 Ottobre 2011 a ROMA da parte dell'amico giornalista prof. Giovanni SARUBBI, direttore del sito: "IL DIALOGO"

Oramai il copione lo sanno a memoria, come attori consumati. Il palcoscenico è sempre lo stesso, quello delle manifestazioni di massa che altri hanno organizzato su altri contenuti e soprattutto con modalità pacifiche.


Parliamo dei cosiddetti “black block”, il “blocco nero” che ha già recitato la sua tragica commedia a Genova nel 2001 ed in altre parti d'Europa. Oggi 15 ottobre hanno recitato a Roma durante la manifestazione degli “indignati” a cui hanno partecipato oltre trecentomila persone. Loro, il “blocco nero” hanno incendiato, devastato, distrutto tutto quello che gli capitava a tiro con la polizia, come hanno detto tantissimi osservatori anche della TV e dei giornali, che ha sostanzialmente lasciato fare, come al G8 di Genova nel 2001. Appunto un copione imparato a memoria. Con gli stessi attori e la stessa regia. E come allora anche oggi è arrivata puntualissima agli “indignati” l'accusa di essere violenti da parte degli esponenti di quella destra eversiva che è al governo e che ha ridotto il paese alla bancarotta, favorendo con la propria politica l'arricchimento di finanzieri d'assalto, cricche e logge di tutti i tipi e costruendo una vera e propria corte di faccendieri che ha spolpato letteralmente l'Italia. E proprio ieri questa corte è stata ulteriormente incrementata con altri quattro sottosegretari di cui nessuno avvertiva la necessità. Altri quattro stipendi d'oro, altre auto blu e fondi pubblici da gestire e dirigere verso le proprie consorterie.

Le immagini e le cronache dei mass media dicono con chiarezza che si è cercato, da parte delle forze della cosiddetta sicurezza nazionale, il tanto peggio tanto meglio o forse sarebbe meglio chiamarlo “schema Cossiga”, quello schema che lo stesso oramai defunto ex presidente della Repubblica Cossiga raccontò in una intervista poco prima di passare a miglior vita. Lo schema che da ministro dell'interno aveva più volte usato, con l'infiltrazione di agenti provocatori all'interno delle manifestazioni pacifiche dei sindacati, per creare disordini e scontri e poter poi indicare i sindacati e i lavoratori come delinquenti e criminali, ottenendo poi anche l'approvazione di leggi liberticide.

Quando Cossiga, da ministro dell'interno, faceva queste cose si trovava però ad avere a che fare con un movimento sindacale organizzato, che conosceva una per una le persone che partecipavano alle manifestazioni ed i provocatori erano così subito smascherati ed isolati. E a quel punto spesso scattavano le cariche vere e proprie e spesso ci sono stati morti e feriti.

Anche le manifestazioni organizzate da Gandhi avevano la stessa caratteristica della organizzazione ferrea e meticolosa dei partecipanti, perché chi si pone l'obiettivo di cambiare profondamente la realtà sociale deve mettere in conto la provocazione violenta di chi vede messo in discussione il proprio potere. E chi provoca lo fa per tentare di passare dalla parte della ragione, per additare coloro che contestano il suo potere come violenti e come nemici della pace sociale. E' una storia vecchia, un copione oramai consunto per il suo troppo uso.

E' chiaro a tutti, anche guardando le immagini trasmesse dalle TV, che l'enorme maggioranza dei pacifici manifestanti di Roma, che non erano a questo preparati, si sono trovati ad avere a che fare con un gruppo di persone militarmente addestrati ed altrettanto militarmente organizzati. Non si può, infatti, indossare una maschera antigas senza un addestramento specifico al suo uso, né si possono usare esplosivi o bombe molotov o altri strumenti bellici senza uno specifico addestramento. Chi lo facesse rischierebbe di morire sul colpo per mano sua stessa.

In Italia le organizzazioni in grado di fornire un addestramento di tipo militare, che è anche molto costoso, non sono molte e sono tutte note. Ve le indichiamo di seguito. Scegliete poi voi quale di queste organizzazioni vi sembra essere quella dove vengono addestrati i “black block”. Oltre ai vari corpi militari dello Stato, e ce ne sono tanti (esercito, marina, aeronautica, carabinieri, polizia, Guardia di Finanza, servizi segreti) c'è la criminalità organizzata, che ha un proprio esercito addestrato all'omicidio ai pestaggi e all'uso di esplosivi. E poi ci sono i gruppi neonazisti, di cui spesso sono segnalati dei veri e propri campi paramilitari in giro per l'Italia mascherati in vario modo, dove si “gioca alla guerra” e dove vengono usate armi giocattolo ad aria compressa che sono una perfetta imitazione di quelle vere, con tanto di assalti, imboscate e battaglie.

Ma la provocazione e l'esistenza di vere e proprie agenzie del reclutamento e della formazione di delinquenti provocatori, non avrebbe alcuna possibilità di avere successo se il movimento di massa attuale fosse come quello sindacale dei primi anni '70 del secolo scorso, o come quello organizzato da Gandhi in Sud Africa o in India, o come quello messo su da Capitini per organizzare la sua prima marcia per la pace Perugia-Assisi.

Oggi ci troviamo di fronte invece ad un movimento di persone che si dicono “indignate” per quello che stanno subendo, che dicono di essere apartitici nel senso di apolitici cioè lontani dal sudiciume e dal ladrocinio che oggi domani la politica nazionale. La miseria e la violenza che si stanno scaricando su milioni e milioni di persone disoccupate, senza casa, a cassa integrazione o privi del diritto alla studio, o fallite, soprattutto nel mondo capitalistico, stanno portando queste persone a reagire e a dire basta.

Ma questo significa che siamo solo al primo gradino di un lungo percorso in salita che dovrà trasformare l'indignazione, la rabbia, la paura per il proprio futuro e per quello dei propri figli in coscienza di ciò che è necessario fare per dare un futuro a questa umanità e al pianeta Terra che ci ospita come ospiti sempre più sgraditi. E si tratta di gradini che devono portare milioni di persone ad imparare a partecipare alle manifestazioni in modo organizzato, su parole d'ordine precise, con modalità rigidamente pacifiche che escludano qualsiasi forma di violenza. Si dovrà tornare a parlare con le persone in carne ed ossa, rifiutando l'egoismo, l'individualismo, l'apparire invece che l'essere, l'ingordigia smodata dei ricchi e gaudenti che sta uccidendo milioni e milioni di esseri umani. Si dovrà imparare dalla esperienza del movimento sindacale italiano o da quella dei grandi movimenti nonviolenti di Gandhi, Martin Luther King, Capitini. Si dovranno capire bene i meccanismi che hanno portato l'umanità sull'orlo del baratro e chiedere e pretendere che i responsabili siano puniti ed arrestati, come hanno fatto nella pacifica Islanda.
Ieri ci auguravamo che la manifestazione di oggi a Roma fosse l'inizio di un grande e pacifico movimento di massa di milioni di persone per fermare la follia della guerra che è oggi il pericolo reale e incombente su tutta l'umanità. I “black block” e chi li manovra oggi hanno forse segnato un punto a loro favore, ma noi siamo sicuri che perderanno la guerra perché la guerra sarà bandita dalla vita dell'umanità.

Che vinca la vita!
Giovanni Sarubbi  ( http://www.ildialogo.org/)
Note

L'intervista a Cossiga la trovate sul sito del Governo Italiano, fra le rassegne stampe al seguente link:
http://rassegna.governo.it/testo.asp?d=32976406

Dopo quell'intervista la deputata Radicale Donatella Poretti ha presentato un disegno di legge per la istituzione di una commissione di inchiesta per l'uccisione di Giorgiana Masi avvenuta quando Cossiga era ministro degli interni. Vedi Link: http://blog.donatellaporetti.it/?p=322

Commento alla foto

La foto fa parte di una sequenza che abbiamo tratta dal sito di La Repubblica. Si vede chiaramente che tutto l'incendio del blindato dei carabinieri con relativa fuga dei due carabinieri che lo occupavano è stato fatto sotto gli occhi attenti di un drappello di polizia schierato a poca distanza e che non ha fatto nulla per impedire quello che i "black block" stavano facendo.

*********

ROMA- Manifestazione INDIGNATI, Io Ci SONO STATA! Dura Condanna per le azioni di violenza messe in atto dai black bloc. Chiediamo la VERITA' sui fatti accaduti!


Agnese insieme a padre Alex Zanotelli e a Felicetta Parisi.
ROMA- Manifestazione INDIGNATI Io Ci SONO STATA!!! SONO appena tornata(ore 20:00) ...purtroppo quello che é accaduto alla fine non é stato per colpa nostra ma per i Black bloc che si sono infiltrati nel corteo, professionisti del mestiere non erano solo italiani ma anche stranieri, un vero e proprio gruppo addestrato alla pari dei terroristi con un piano premeditato, che ha avuto lo scopo di screditare l'enorme

Portiamo tutti lo striscione della vittoria dell'Acqua in capo al corteo
valore ed importanza della manifestazione e nel contempo sminuirne il significato. Condanniamo perciò risolutamente l'azione di questi sedicenti gruppi di fanatici terroristi, nemici del popolo e di quella parte dell' Italia per bene. Il male lo avete fatto solo a VOI STESSI! In giornata odierna si sono svolte in
A dx Marco Bersani del Comitato nazionale Acqua Ben Comune

contemporanea in 82 città del mondo 950 manifestazioni circa degli INDIGNATI per protestare contro la crisi economica. Durante la manifestazione abbiamo lanciato slogan contro le lobby e i poteri forti dei mercati
Agnese sta spiegando un pensiero sulla Manifestazione ad un telecameramen televisivo.
finanziari, i veri colpevoli della crisi, che stanno letteralmente mettendo in ginocchio e collassando il sistema economico del nostro paese e del mondo. C'é forte crisi, c'é da preoccuparsi seriamente per il futuro dei giovani, perché così come andiamo avanti non c'é sbocco....Io mi trovavo in capo al corteo insieme a padre

Alex Zanotelli, e ai referenti nazionali del Comitato Acqua pubblica Marco Bersani & c..tutti portavamo lo striscione del Comitato Acqua pubblica nazionale. Per la prima volta in questa occasione Il Comitato ha
Azione simbolica per protestare conro i potentati economico finanziari
mostrato lo striscione della vittoria dei "SI" al Referendum acqua pubblica dello scorso giugno 2011. Poi, per un paio di volte, abbiamo svolto azioni simboliche per protestare contro i potentati economico

finanziari che ancora non contenti della vittoria dei "SI " dell' Acqua pubblica, continuano a trovare manovre illegali (facendole passare per legali) per privatizzare questo Bene COMUNE che INVECE deve restare pubblico! La manifestazione di oggi ha avuto una grande partecipazione di tante categorie di persone:

giovani, famiglie, genitori che portavano i loro figli in passeggino, precari, disoccupati, sindacalisti, istituzioni, movimenti studenteschi, associazioni, cittadini etc..Oltre 300mila partecipanti. Purtroppo quello che é accaduto altro non é che l'ennesima dimostrazione della sconfitta della DEMOCRAZIA. Non si può fare più

nulla di buono perché poi viene completamente distrutto dai nemici del popolo, che si prestano a bassissimi giochi di potere usando il metodo distorto della violenza divenendo così schiavi e servitori del male. Purtroppo ciò é anche il triste risultato di una cultura politica militarista fondata sulla forza, che usa la forza

anziché il dialogo per reprimere le idee. La manifestazione degli Indignati in Italia che si é svolta a ROMA è stata anomala: soltanto nel nostro paese si sono verificati incidenti così gravi..COME mai? C'é seriamente da domandarsi il perché! Qualcuno dice che sia stato architettato una specie di piano che ci ricorda tanto lo "schema Cossiga".  Sui fatti accaduti ci sono ancora troppi lati oscuri, per questo chiediamo che si faccia 

chiarezza e salti fuori la Verità, compreso anche il nome del "Personaggio" (nel caso che saltino fuori le prove) che ha pilotato e comandato che le cose dovessero andare a finire così, servendosi della complicità di giovani non più liberi di pensare e di agire con

rettezza e responsabilità, ma plagiati e frustati nella mente e nell'animo da false e pericolose ideologie, (ci ricordano tanto i gruppi di alcune sette ...) che si sono infiltrati nel corteo con un piano premeditato. NON E' GIUSTO! Condanniamo risolutamente l'azione di questi sedicenti gruppi di fanatici terroristi, nemici del popolo e di quella parte dell'Italia per bene. Troppi lati oscuri, é necessario fare chiarezza! Se non altro per la
Mettetevelo bene in testa: La PACE é l'unica alternativa per uscire dalla crisi e salvare il futuro!!!
parte lesa e ferita in questo contesto, rappresentata dagli oltre 300mila manifestanti, me compresa, che ci sentiamo OFFESI e oltraggiati, in quanto ci é stato tolto il "diritto" di manifestare pacificamente e liberamente...diritto, che ricordo, viene sancito nella Costituzione italiana (art. 21 ). NOI non ci arrenderemo,

andremo avanti, nel nome della "PACE" che in questa giornata ho gridato più volte durante la manifestazione, PACE... W la PACE..W la PACE...PACE che significa difesa dei diritti per tutti, Giustizia per tutti...NOI andremo AVANTI per combattere questo male con i nostri strumenti NONVIOLENTI: cuore, menti, la nostra voce, il nostro CORPO, le nostre note di Pace, l'impegno assiduo e controcorrente contro questo

sistema di morte che schiaccia sogni e speranze dll'umanità. Il male che si serve delle menti fragili e frustate, sembra apparentemente vincere, ma non é così. NON E' COSI' ! In realtà sotto le tenebre la luce brilla sempre più. forte...La forza di questa LUCE e dei nostri SOGNI DI PACE farà crollare il perfido muro di menzogna, e la violenza che soffoca ogni SPERANZA...La Speranza invece non soffocherà mai perché la
Agnese insieme all'amico MARIO di Reggio Emilia.

PACE vincerà e presto si affermerà per spazzare viua tutte le opere delle tenebre seminate dagli operatori di iniqutià! Più il male si scatena e più i suoi giorni sono contati..E' questione di momenti, il male soccomberà sotto l'azione dirompente della Luce. Siamo agli sgoccioli!...DIAMOCI DA FARE e RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE!!! Un caro saluto infine agli amici del Coordinamento prov. ACQUA pubblica di
Agnese insieme a Mena Morettae Framcesco Silvestre del Coordinamento Acqua pubblica prov. Ce

CASERTA: prof. MENA MORETTA e prof. FRANCESCO SILVESTRE che ho incontrato alla manifestazione. Il resto del gruppo di CASERTA era disperso nel lunghissimo ed interminabile corteo...

GRAZIE nel nome della PACE A TUTTI I PARTECIPANTI!

Note: I Manifestanti del Corteo odierno, prima che si verificasse la guerriglia messa in atto dai facinorosi Black Bloc, ha dimostrato di essere la parte buona e migliore dell'ITALIA, quella parte "ben pensante", che scende in campo e si rimbocca le maniche per il cambiamento di rotta...e che io sostengo fortemente... ( la parte "ben pensante" ricordata nel mio porecedente post) !!! (By: AGNESE Ginocchio-MOVIMENTO per la PACE)"
-2: Le foto della Manifestazione sono state realizzate da Andrea Pioltini. Per visualizzare il resto delle foto cliccare quì sopra

*************

I giovani pensanti e controcorrenti cambieranno il mondo, non i giovani dormienti e passivi...

"I giovani pensanti e controcorrenti, non i giovani dormienti e passivi, ma i giovani capaci di impegnarsi per grandi "ideali" sono l'unica alternativa che ci resta, l'unica risposta positiva alla crisi e l'unica risorsa per "salvare il futuro"! Cari giovani pensanti e controcorrenti, voi siete l'unica nostra speranza! NON rassegnatevi, vi prego, a questo stato di cose! Bisogna darsi veramente da fare...rimboccarsi le maniche per davvero. Questa é una battaglia per salvare l'Italia dal male che ci sta conducendo all'affondo e sta distruggendo il vostro (nostro) futuro dei giovani...Diamoci da fare Tutto può cambiare, ma dipende dal nostro impegno, dal nostro saperci mettere in gioco...Scegliere la PACE é la strada vincente per salvare il futuro e le vostre-nostre vite! (Di: Agnese Gionocchio 13 Ottobre 2011)

********

Angelo Frammartino: Fare l'Amore con la Nonviolenza, per partorire la PACE dal grembo della società

"Fare l'Amore con la Nonviolenza, per partorire la PACE dal grembo della società." Questo era il pensiero di "Angelo Frammartino", giovane italiano attivista e volontario per la Pace (1982-2006). Angelo, giovane fra i giovani, rappresenta oggi un grande esempio per la gioventù sbandata e senza più veri punti di riferimento. Questo straordinario giovane che ha vissuto generosamente la sua vita e i... suoi anni di giovane come tutti i giovani, non si era mai perso nell'ozio e nella routine delle mode di passaggio. Angelo, preferiva riflettere e pensare su come e in che maniera potesse apportare il proprio contributo in prima persona per cambiare la società, il mondo...questo mondo senza futuro. Angemo deiderava riportare la speranza ai senza speranza...Come già ripetuto in piazza S. Maria degli Angeli ad Assisi, mentre ero lì a cantare e a parlare di Pace ai giovani partecipanti della Marcia per la Pace Perugia Assisi, anche ora, riprendendo il pensiero di Angelo lancio questa provocazione: "Ci viene spontaneo domandarci: Quanti giovani oggi sono capaci di osare e di pensare a tanto?". Vi invito perciò a riflettere e a fare la differenza tra vivere e VIVERE. Ovviamente la provocazione é rivolta anche agli adulti, agli educatori, insegnanti, genitori... E' palese che un giovane capace di arrivare a pensare a tanto, abbia ricevuto a sua volta una forte educazione, tale da far maturare in lui una forte consapevolezza sul dono della vita tale da fornirgli la spinta giusta a guardare oltre e decidere di spendere la sua vita per la causa dell'impegno civile, del volontariaro e la causa di Pace...quello che dovrebbero fare tanti giovani...Un fiore raro, un vero e proprio "Angelo della Pace" di nome e di fatto, che con il suo esempio ha saputo ben restituisce dignità, nobiltà e vero significato a quella che dovrebbe essere la gioventù propositiva!Quella gioventù capace di "osare " e di mettersi in gioco per altissimi ideali quali la Pace e la Giustizia! Grazie a persone e a giovani esemplari come "Angelo Frammartino" che noi, popolo della PACE, andiamo avanti...( Di Agnese Ginocchio- Movimento per la Pace 13 Maggio 2011) Info: http://www.angeloframmartino.org/ (Foto: Una via di Torino Intitolata alla memoria di "Angelo FRAMMARTINO" "1982- 2006 " volontario per la PACE ucciso in missione a Gerusalemme. TORINO 31 Marzo 2011
********

mercoledì 12 ottobre 2011

Altra Informazione: Boicotta COCA COLA e i prodotti che finanziano la guerra, che sfruttano i bambini e i paesi poveri

Attenzione. Boicottiamo i prodotti alimentari , le Marche e le Firme per non renderci complici dello sfruttamento dei bambini e complici di altre guerre. Impariamo ad acquistare i prodotti in maniera etica. Non permettiamo lo sfruttamento dei paesi sottosviluppati e dell'infanzia minorile. Molti non considerano che persino la spesa giornaliera possa avere un "peso" etico e politico... ma ce l'ha, eccome! Da più di venti anni in Colombia l’intesa tra il Governo di Álvaro Uribe Vélez e le organizzazioni paramilitari legate al traffico di stupefacenti ha contribuito a creare un vero clima di guerra civile che si abbatte in modo spietato sui cittadini, sui lavoratori e sulle famiglie.


BOICOTTIAMO LA COCA COLA... Boicottiamo la Nestlé, Coicottiamo McDonald's, Boicottiamo la famosa marca NIKE e tanti altri prodotti (leggi di seguito la lista) .. Il dovere da parte nostra cittadini responsabili che hanno in mano le sorti del futuro dell'umanità sta proprio nell'acquistare consapevolezza e nel sapere spendere responsabilmente. Quindi, scegliere uno stile di vita equo che non sfrutti i popoli, che non sfrutti i poveri di gran parte dell'umanità. Abbiamo il dovere di informarci. Il non farlo significa sostenere l'ingiustizia e impedire il processo di Pace nel pieno riconoscimento dei diritti per tanti popoli della terra sfruttati dalla grandi Multinazionali che ci propinano attraverso pubblicità martellanti  messaggi di acquisto. Lo scopo infatti é proprio quello di consumare ed acquistare alimenti, bibite e abbigliamento, senza una dovuta necessità... SAPPIATE che dietro la produzione di tali prodotti, ci sono poveri bambini sfruttati e ammazzati di lavoro per pochissimi centesimi... Dietro la produzione di questi alimenti e prodotti si consumano guerre di interesse si sfruttano i poveri e si distruggono così i sogni dell'umanità nostro prossimo. Occorre un "nuovo modello di sviluppo" (Invito a cercare su Internet il capitolo del prof. "Francesco Gesualdi": "Nuovo Modello di sviluppo".) .


I palloni usati nel calcio vengono fabbricati dalle mani dei bambini sfruttati... da come si evince in questa foto....Contrariamente a quanto si pensi, lo sfruttamento dei minori è una realtà non solo nel Terzo Mondo ma un problema globale...Occhio tifosi del calcio, non rendetevi complici degli abusi sugli "ultimi della terra"..
Gli adulti e i  GENITORI facciano attenzione! e diventino promotori di Pace! Si educhino alla responsabilità e alla consapevolezza adottando uno stile di vita equo e solidale ( invito a leggere il capitolo del prof. "Francesco Gesualdi"  sul "Nuovo Modello di Sviluppo"..cercare su internet), per essere all'altezza di educare  i giovani alle scelte responsabili e quindi salvare il futuro dell'umanità!  Anche i GIOVANI facciano ala loro parte...e diiventino promotori di PACE!  Invito quindi ad informarsi prima di rendersi complici dello sfruttamento degli ultimi della terra. VI INVITO a non parlare solo di sport, di telefonini, musichette, mode e tendenze del momento sulle vostre bacheche di FB... ma di cominciare anche voi a fare un "salto di qualità" e quindi cominciare a discutere su ciò per cui vale veramente la pena discutere e occupare il proprio tempo. E' ora di "aprire gli occhi", di capire e conoscere meglio il mondo intorno a noi! Salviamo il futuro!  (By: Agnese Ginocchio-Movimento per la PACE..)

Di seguito si riportano alcune famose marche di alimenti, bevande, vestiario e scarpe etc..che pur di guadagnare sfruttano bambini, finanziano guerre, utilizzano sostanze chimiche e sfruttano i loro operai...

sono :

la coca cola sfrutta i lavoratori in Colombia.,

la nike fa cucire a mano i palloni di gomma ai bambini pakistani,le magliette le fanno in Vietnam.

Nike, Adidas, Mattel, Chicco, Benetton, Reebok, Levis, Chiquita, Mondo (palloni di gomma), Nestlè (sorprese nelle uova di Pasqua)

il marchio Nestlè nasconde molte aziende insospettabili, vediamole. Cioccolato: Perugina; bevande: Nescafè, Nesquik, Nestea, Orzoro; dolciumi: Smarties, Kit Kat, Galak, Lion, After Eight, Qualitu street, Toffee, Polo; panettoni natalizi: Motta, Alemagna; surgelati: Findus, Surgela, La valle degli orti; gelati: Motta, Alemagna"

McDonald's - Ristorazione

- I dipendenti sono sottopagati.

- Gli animali che forniscono la carne degli hamburger sono costretti a continue gravidanze e vengono imbottiti di antibiotici e farmaci.

- L'intera "politica pubblicitaria" della multinazionale mira a coinvolgere e convincere i bambini (con regali, promozioni e gadgets). E, ovviamente, quando il bambino rompe i coglioni perché vuole andare da McDonald's, ci va tutta la famiglia. Tre piccioni con un cheesburger.

Nestlé - Alimentari

La campagna di boicottaggio della Nestlé è nata soprattutto dalla politica della società nella vendita del latte in polvere. La multinazionale avrebbe provocato la morte di 1,5 milioni di bambini per malnutrizione.

La Nestlè incoraggia e pubblicizza l'alimentazione dal biberon fornendo informazioni distorte sull'opportunità dell'allattamento artificiale e dando campioni gratuiti di latte agli ospedali (in particolare negli ospedali del Terzo mondo), o "dimenticando" di riscuotere i pagamenti.

Oltre a questo la Nestlè è considerata una delle multinazionali più potenti e più pericolose del mondo. E' criticata per frodi e illeciti finanziari, abusi di potere, inciuci politici, appoggio e sostegno di regimi dittatoriali. Ultimamente è stata presa di mira per l'utilizzo di organismi geneticamente modificati nella pasta (Buitoni), nei latticini, dolci e merendine.

intere aree di foresta vengono distrutte per far posto alle sue piantagioni di cacao e di caffè, dove si utilizzano pesticidi molto pericolosi (alcuni proibiti nei paesi industrializzati).

Ecco una lista parziale dei marchi di proprietà Nestlè:

Acque minerali e Bevande: Claudia, Giara, Giulia, Levissima, Limpia,

Lora Recoaro, Panna, Pejo, Perrier, Pra Castello, San Bernardo, San

Pellegrino, Sandalia, Tione, Ulmeta, Vera, Acqua Brillante Recoaro,

Batik, Beltè, Chin, Gingerino Recoaro, Mirage, Nestea, One-o-one, San

Pellegrino, Sanbitter.

Dolci, gelati, merendine: Le ore liete, Cheerios, Chocapic, Fibre 1,

Fitness, Kix, Nesquik, Trio, Kit Kat, Lion, Motta, Alemagna, Baci,

Cioccoblocco, Galak, Perugina, Smarties, Antica Gelateria del Corso.

Cacao, caffè e derivati: Cacao Perugina, Nescafè, Malto Kneipp, Orzoro.
Carne e pesce: Vismara, Mare fresco, Surgela,

Chiquita

E' coinvolta in tutto. Intrighi internazionali, scioperi repressi nel sangue, corruzione, scandali e colpi di stato. Utilizza massicce quantità di pesticidi, erbicidi e insetticidi. Approfitta della sua posizione di potere per imporre prezzi molto bassi delle aziende agricole da cui si rifornisce.
Nel 1994 il sindacato SITRAP ha denunciato l'esistenza di squadre armate all'interno delle piantagioni in Centro America e in Ecuador.
I lavoratori sono sottopagati, senza alcuna assistenza medica.

Le attività sindacali sono represse spesso con la forza.

Frutta e Verdure (anche sottolio e sottaceto): Condipasta, Condiriso,
Molte associazioni animaliste come Animal Aid hanno lanciato unacampagna contro la Unilever per lo sfruttamento degli animali durante gli esperimenti.

E' boicottata anche per i salari e le condizioni di lavoro nelle sue
piantagioni in India (dove possiede il 98% del mercato del tè).

La Unilever controlla i marchi: Lipton Ice Tea, Coccolino, Bio presto,

Omo, Surf, Svelto,Cif, Lysoform, Vim, Algida, Carte d'Or, Eldorado,

Magnum, Solero, Sorbetteria di Ranieri, Findus, Genepesca, Igloo,
Mikana, Vive la vie, Calvè, May, Top-down, Foglia d'oro, Gradina, Maya,
Rama, Bertolli, Dante, Rocca dell'uliveto, San Giorgio, Friol, Axe,
Clear, Denim, Dimension, Durban's, Mentadent, Pepsodent, Rexona,
Berni, la Valle degli Orti.

Latticini e yogurt: Formaggi Mio, Fruit joy, Fruttolo, Lc1.
Olio e derivati: Sasso, Sassonaise, Maggi,
Latte in polvere: Guigoz, Mio, Nidina, Nestum.

cerchiamo di non comprare questi prodotti...Leggi ancora altri prodotti :
Elenco delle principali imprese USA presenti nel mercato italiano che finanziano le guerre e la politica vergognosa in Palestina.
(fra parentesi i prodotti venduti dalle relative marche)

GENERI ALIMENTARI:

Abbott (latte Similac)

Bestfoods (Knorr, Maizena, Pfanni, olio Mazola, Pomodorissimo, Santa Rosa, Frutta a volontà, Gerber prodotti per l'infanzia)

Bristol-Myers Squibb (Squibb dentifrici, Saugella igiene intima)

Campbell (Campbell's pomodori e passate, Logrò legumi e verdure conservate, sottoli e sottaceti) Chiquita (Amigo, Chico, Chiquita, Consul, Premium bananas, Viva banane e ananas, That's banana gelati, Chiquita succhi di frutta)

Coca-Cola (Beverly, Bonaqua, Fanta, Kinley, Sprite)

Del Monte (Del Monte, Favorita, Sabrosa)

Dole (Dole, Bouba, Sombana, Saratoga)

Gillette (Gillette, Oral-B, Duracell batterie, Braun elettrodomestici, Parker, Waterman, Papermate articoli cancelleria)

Heinz (Fattoria Scaldasole, Plasmon, Montefiore, Nipiol, Latte David, Dieterba, Teddi latte, Mareblu tonno, Sprint prima colazione, Heinz, Punto Weight Watchers)

Kellogg (Kellogg's, Rice Krispies, Frosties, All-Bran)

Mars (M&M's, Mars, Bounty, Milky Way, Snickers, Twix, Uncle Ben's, Suzi Wan piatti pronti)

Monsanto (Mivida Misura)

Noberasco (Noberasco, Diamond, Pistachios, Più Su frutta secca)

Pepsi-Cola (Tropicana succhi, Mirinda, Seven-Up)

Philip Morris - Kraft (Kraft, Fattorie Osella, Mozary, Primolo, Invernizzi, Invernizzina, Jocca, Linderberger, Lunchables, Maman Louise, Jacobs, Simmenthal, Spuntì, Lila Pause, Bittra Suchard, Milka, Cote d'Or, Toblerone cioccolata, Terry's, Hag, Caramba, Faemino, Splendid caffè, Baika, Dover, Gim, Philadelphia, Sottilette, Milione, Susanna, Leggeresse, Mato-Mato)

Quaker Oats (Gatorade, Cruesli, Quaker Cruesli)

Sara Lee (Al Ponte prosciutti, Sara Lee Bakery, Brossard pasticceria, Sara Lee merendine)

Sun Diamond (Noberasco)

Warner Lambert (Wilkinson Sword, Saila, Charms, Halls, Sanagola caramelle) IGIENE E

PRODOTTI PER CASA/UFFICIO:

Colgate-Palmolive (Cura Morbido, Fabuloso, Soflan, Dinamo, Olà, Aiax, Nidra, Palmolive, Perm & Color, Glicemille, Colgate, Defend, Plax, Donge, Douss-Douss, Bravo detersivo, guanti e spugne)

Fort James (Lotus, Tenderly, Panno Carta, Demak'up, Tutto Tuttoacqua, Morbido)

Gillette (Gillette, Oral-B, Duracell batterie, Braun elettrodomestici, Parker, Waterman, Papermate articoli cancelleria);

Johnson & Johnson (Carefree, Johnson & Johnson, O.B., Serena, Silhouette, Baby Shampoo Johnson's, Johnson's PH 5.5, Johnson's Baby Olio, Neutrogena, Carefree)

Johnson Wax (Bio Shout, Pronto cera pavimenti e lucidanti, Glade deodoranti, Anitra WC, Idraulico Liquido, Mr. Muscolo, Off!, Raid insetticidi)

Kimberly-Clark (Freedom tamponi, Scottex, Scottonelle, Kleenex, La Soffice Differenza)

Procter & Gamble (Boss, Iams, Eukanuba prodotti per animali, Intervallo, Lines, Tampax, Lines Lei, Bounty carta assorbente, Tempo, Senz'acqua Lines, Dignity, Linidor, Pampers, Lenor, Ariel, Bolt, Dash, Tide, Nelsen, Ace, Ace Gentile, Può, Baleno, Febreze, MacDonald, Mastro Lindo, Mister Verde, Spic&Span, Tuono, Viakal, Infasil, Head&Shoulders, Noxzema, Poffy, Keramine H, Pantene, Oil of Olaz, AZ, Topexan, Camay, Infasil, Dove, Panni Swiffer, Pringles snacks)

Sara Lee (Badedas, Fissan, Libera e Bella, Glysolid, Aqua Velva, Williams, Depilzero, Sanex, Guttalin, Nuggett, Pratico Kiwi, Aer Sana, Ambipur deodoranti).

3M (Scotch brite guanti e spugne, Scotch, Post-it, 3M prodotti ufficio)

SIGARETTE:

PHILIP MORRIS (Marlboro, Chesterfield, Merit, Philip Morris, Benson and Hedges)

MEDICINALI:

Bristol-Myers Squibb

Eli Lilly

Merck

Monsanto (Pharmacia & Upjohn spa)

Pfizer

Schering-Plough

Warner Lambert (Parke Davis)

Wyeth

GIOCATTOLI:

Mattel

Walt Disney

TEMPO LIBERO:

Columbia Tristar

Warner

Walt Disney/BuenaVista

Century Fox

United International Pictures

RISTORAZIONE (si fa per dire...):
Mc Donald's

AUTOMOBILI, MOTO, MEZZI DI LAVORO:

Buell

Caterpillar

Chrysler

Ford

General Motors

Harley-Davidson

Jeep

Opel

BENZINA:

ChevronTexaco

Exxon (Esso)

Shell PNEUMATICI:

Avon

Goodyear

BANCHE, CARTE DI CREDITO:

American Express

Bank Morgan Stanley

Bank of America

Citigroup (Citibank)

Goldman Sachs

GE Capital

J.P. Morgan

Visa

Mastercard


COMPUTERS, TELECOMUNICAZIONI, HI-FI, ELETTRODOMESTICI:

Acer

AMD

AOL Time Warner

Apple

Asus

At&T

Ati

Cisco

Clear

Channel Comm

CNN

Compaq

Creative labs

Dell

Delphi

Eastman Kodak

General Electric

Hewlett-Packard

Honeywell

Ibm

Intel

Logitech

Lucent

Matrox

McGraw-Hill

Microsoft

Motorola

Nvidia

Oracle

Oregon Scientific

Panasonic

Polaroid

Sun

Texas Instruments

Xerox

ABBIGLIAMENTO:

Reebok

Walt Disney

Woolrich

Procter & Gamble (Laura Biagiotti, Boss)

Philip Morris (Marlboro)

Sara Lee (Champion, Filodoro, Lovable, Hanes Italia, Maglificio Bellia, Playtex, Liabel maglieria intima)

Samsonite

Timberland

SERVIZI POSTALI:
DHL

UPS

Western Union

-Leggi ancora altro articolo: 

 “Coca Cola”: la bevanda che uccide per davvero. Boicottare Coca-Cola significa decidere di essere consapevoli di ciò che sta davvero accadendo dall’altra parte del pianeta

Visita il sito: "NUOVO MODELLO DI SVILUPPO"

UN SITO AL SERVIZIO DI CHI VUOLE COSTRUIRE PIU' EQUI RAPPORTI NORD SUD, DIFENDERE I DIRITTI A LIVELLO GLOBALE, IMPEGNARSI PER UN'ECONOMIA EQUA E SOSTENIBILE A PARTIRE DALLA NOSTRA QUOTIDIANITA'

*******

venerdì 7 ottobre 2011

S. Angelo d'Alife(Ce)- 4 Ottobre festa S. Francesco d' Assisi. Giornata della Pace e dell'Ecologia. Cerimonia d' Intitolazione con targa del primo "Albero della PACE" nel parco regionale del Matese



S. Angelo d'Alife(Ce)-Il 4 ottobre 2011, giorno in cui é ricorsa la festa di S. Francesco d'Assisi patrono d'Italia, e si é celebrata la giornata della Pace e dell' Ecologia, nel comune di S. Angelo d'Alife(Ce), comune facente parte del Parco Regionale del Matese, é stato finalmente intitolato con una bellissima targa raffigurante la "Colomba

della Pace" con il ramoscello di ulivo ( la targa é stata realizzata dall'arch. Angelo Rossolino) il primo "Albero della Pace", donato dalla Comunità Montana del Matese retta dal dott. Fabrizio Pepe, la cui piantumazione avvenne lo scorso 11 settembre in occasione della Marcia per la Pace in memoria dello storico decennale dell'attentato alle torri gemelle in cui persero la vita circa 3000 persone. Nella giornata del 4 Ottobre, come si diceva, la cerimonia si é svolta con la presenza degli alunni dell'Istituto comprensivo, la cui reggenza é stata affidata alla dott.ssa Clotilde Riccitelli, preside della Scuola media G. Vitale di

Piedimonte Matese. Gli alunni della media rappresentanti dell'intero Istituto comprensivo che hanno partecipato alla manifestazione e che sono stati i protagonisti della giornata dedicata alla Pace, accompagnati dalle loro insegnanti, sono partiti dalla sede centrale della scuola media in corteo (mini "Marcia per la Pace") portando con loro i vessilli della Pace. In marcia quindi intonando lungo il tragitto canti di Pace, sono giunti davanti al luogo dove é situato l' Albero della Pace, presso lo spazio antistante la villetta comunale. Dopo il

saluto da parte del Sindaco Crescenzo Di Tommaso(leggere gli interventi di seguito), della Testimonial del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, del rappreentante di Legambiente Caserta dott. Nicola D'Angerio e della dirigente scolastica dott.ssa Clotilde Riccitelli, gli alunni dopo la benedizione della Targa avvenuta per le mani del parroco don Mario Rega, presente sia alla cerimonia odierna, come a quella dello

scorso 11 settembre, (la Targa prima della benedizione é stata scoperta da "Emanuele", il più piccolo di loro), hanno declamato dei bellissimi pensieri e poesie sulla Pace da loro composti in occasione di questa giornata. Al termine della

lettura dei pensieri sulla Pace, gli alunni, coordinati dall'ausilio di "Michele Vecchio", rappresentante delle associazioni e dei giovani che fecero parte del coordinamento e organizzazione dell'evento dello scorso 11

settembre, si sono recati presso l'Albero della PACE per creare una piccola aiuola di Pace. Quindi gli alunni vi hanno collocato intorno, in forma di cerchio, dei ciottoli precedentemente dipinti con i colori Arcobaleno della Pace. Sui ciottoli inoltre, sono state scritte sempre da loro anche delle parole e frasi sulla Pace. Le letterine invece contenenti le frasi e le poesie da loro declamate, sono state deposte in un cesto

immediatamente consegnato al Sindaco di S. Angelo d'Alife affinché le custodisse. Il Sindaco, con la dirigente scolastica, la Testimonial della Pace ed il rappresentante di Legambiente, hanno manifestato la volontà di mettere insieme tutti questi pensieri in una raccolta, in ricordo di qiuesta stupenda giornata. Bellissima giornata all' insegna di un cielo azzurrissimo e sotto i riflettori di Fratello Sole che ha illuminato il Borgo matesino gemellato con la città de l' Aquila, quale segno di benedizione del cielo per il dono della Pace che a tutti gli effetti ha gettato il suo seme nel Matese e che ora deve crescere in sinergia di quell' Albero di Pace piantato proprio in questo luogo, cuore del Parco del Matese. E partendo dalla festa del santo poverello di Assisi il borgo matesino di S. Angelo d'Alife diventa a tutti gli effetti portavoce e

capostipite del messaggio di Pace, di fratellanza e di Salvaguardia del Creato da diffondere in tutto il Matese e oltre. L'evento é stato promosso dal "Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato - III ML"e patrocinato dal Comune di S. Angelo d'Alife. Si ringrazia la Polizia Municipale per il servizio di sicurezza e d’ordine effettuato durante le manifestazione e Salvatore Vaccaro del CTA insieme ad alcuni volontari che hanno offerto la loro disponibilità per la pulizia e la rimozione dei rifiuti disseminati nel prato circostante l’area intorno all’ albero della Pace . Si ringraziano inoltre anche i giovani Marco Caggiano e Rossano D'Orsi per la disponibilità e l'ausilio apportato per il recupero dei sassi - ciottoli da giardino, consegnati agli alunni della scuola per la manifestazione in oggetto.Un sentito ringraziamento anche alle docenti: prof.ssa Gabriella Di Tommaso ( vice preside), prof. Marzano, prof. di musica e alle docenti della scuola media per la disponibità avuta.


Note: I brani che accompagnano il video sono tratti da: "Bandiere di Pace", "Dimmi come sarà il domani?" e "Libero Giovane" canzoni di Pace di Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace. Info: http://www.agneseginocchio.it/
Le foto che compongono il video sono di Andrea Pioltini, fotoreporter:
Seguono interventi Istituzioni presenti-

Il Sindaco di S. Angelo d'Alife avv. Crescenzo Di Tommaso, nel suo saluto ha così riferito:" Nel ringraziare tutti voi presenti, porgo un saluto particolare ad Agnese e alla preside Riccitelli che hanno mostrato grande sensibilità alla tematica dell' ecologia e della Pace. Non poteva essere scelto giorno migliore di oggi 4 Ottobre. Infatti ricordiamo San Francesco quale testimone della salvaguardia del creato e pertanto paladino della Pace. Tema, quello della Pace, intimamente correlato a quello dell'ambiente perchè non si può vivere in un mondo pieno di Pace se non c'è rispetto per l'ambiente. Colgo l'occasione per invitare gli alunni qui presenti, che sono il nostro futuro, a cominciare un percorso di salvaguardia dell'ambiente, in particolare qui nel nostro paese che fa parte del Parco regionale del Matese; parco che, per le sue caratteristiche, può essere considerato tra i più belli d'Italia. Invito infine le famiglie e gli insegnanti a continuare il percorso educativo volto a far diventare le nuove generazioni dei “buoni cittadini” perchè si tratta non di “insegnare quello che si deve pensare” ma di “insegnare a pensare”. Grazie ancora a tutti, con la speranza di ritrovarci qui ogni anno a testimoniare i traguardi che raggiungeremo con l'impegno e la collaborazione di tutti. Perchè, ricordate!, - e ha concluso- solo l'unione e quindi la Pace e la fratellanza, consentono il miglioramento delle condizioni di vita di una società".

-La dirigente scolastica dott.ssa Clotilde Riccitelli nel portare il suo saluto ha lanciato un'incisivo messaggio di Pace prendendo spunto dall'episodio del seminatore. "Prima di gettare il seme- ha riferito la dott.ssa Riccitelli- bisogna ripulire il terreno e liberarlo dalle erbacce che soffocano e impediscono la crescita del seme buono. Così vale anche per la nostra vita. Per coltivare la Pace bisogna sradicare le cattive erbacce che radicano nel nostro animo. Le cattive erbacce sono rappresesentate dalle azioni, dai comportamenti, dalle relazioni con gli altri. Bisogna togliere ed estirpare ciò che é cattivo da noi, abbattere i muri che ci impediscono di vedere e di di far nascere relazioni propositive e costruttive. Bisogna abbandonare le cose vecchie per dare spazio alle nuove. Questo deve essere il nostro impegno continuo, ricordando anche l'esempio dei tantissimi testimoni della Pace, a partire da Francesco d'Assisi, Martin Luther King, Gandhi, e più recente quello di Noureddine adnane, ossia quell' immigrato ambilante che per protestare contro l'ingiustizia e per difendere i propri diritti di Pace si diede fuoco. Abbiamo tantissimi esempi intorno a noi che ci spronano a riflettere sulle nostre azioni, sulla nostra vita, facciamone tesoro e impariamo da loro ad essere tutti costruttori di Pace, perché la Pace si costruisce giorno per giorno partendo proprio dalle nostre azioni".

-Il rappresentante di Legambiente Caserta dott. Nicola D'Angerio, ha evidenziato l'importanza del binomio "Ambiente-Pace". "In sintonia ad uno dei temi precedenti delle scorse giornate mondiali della Pace che recitava: "Se vuoi la Pace custodisci il Creato", così tutti noi - ha riferito il dott. D'Angerio- siamo chiamati giorno per giorno a responsabilizzarci, a riflettere e a difendere il nostro patrimonio ambientale come se fosse la nostra casa, evitando di inquinarlo e di aggredirlo buttando cartacce per terra e abbandonando rifiuti per le campagne. Chi aggredisce l'ambiente aggredisce la propria vita. Non permettiamolo!".

-Agnese Ginocchio, cantautrice e Testimonial per la Pace e rappresentante del Movimento per la Pace, promotore dell' evento, ha ricordato quanto sia importante e decisiva la formazione e l'educazione dei giovanissimi alla cultura della Pace dalla quale nasce e si fortifica la consapevolezza, alla coscienza civile. Purtroppo siamo costretti ad assistere continuamente a tantissime scene indecorose da parte di gran parte dei giovanissimi lungo le strade. Ma i giovani, ricordo, altro non sono che il triste risultato di un esempio trasandato e poco attento alle emergenze dei tempi presenti, trasmesso dagli adulti. Ecco perché é importante e decisiva la formazione dei giovani, preceduta in primis da quella degli adulti e genitori. Diventa necessario quindi che gli adulti comincino a soffermarsi su questi argomenti e a discutere incasa con i loro figli di questi argomenti. Ora più che mai per i tempi critici che viviamo é necessario soffermarsi su queste tematiche, perché l'educazione alla Pace é l'educazione civica che salverà la vita ed il futuro dei nostri giovani. Il tema della prossima giornata mondiale della Pace del 1 gennaio 2011 verterà proprio su quest'argomento: "Educare i giovani alla Giustizia e alla Pace". Anche la chiesa sta cominciando a renderesene conto. Il punto cardine sono proprio loro: i giovani! E quindi, senza questa condizione ci sarà ben poco da sperare che le cose cambino. Chi potrà afferrare in mano le redini di questa barca ormai alla deriva, sono e siete proprio voi GIOVANI! Auspico che quì in S. Angelo d' Alife possa nascere presto il "Movimento giovani per la Pace", partendo proprio da questa giornata, da quello che si é fatto e si é detto sulla Pace oggi. Invito quindi a fare tesoro di questa giornata e di ascoltare i consigli della vostra dirigente, che ho avuto modo di conoscere e di apprezzare particolarmente per la sensibilità, i forti contenuti trasmessi durante il suo intervento, la tenacia e la determinazione di "donna combattiva". Non tutte le scuole in questo territorio hanno questa fortuna, voi ritenetevi fortunati! Auspichiamo che la nostra terra possa trasformarsi presto in una Terra di Pace. Ma c'é bisogno che tutti collaborino a questo progetto e dc'é bisogno di lavorare tanto perché ciò avvenga"Un sentito ringraziamento al Sindaco Di Crescenzo per avere permesso e sostenuto quest' evento e quello dello scorso 11 settembre nel suo comune. Un ringraziamento all' Istituto comprensivo di S. Angelo d'Alife, per avere aderito alla giornata odierna.  ( a cura del "Movimento per la Pace")

Note: A breve sarà pubblicato l'intero reportage della manifestazione, di cui  in questo articolo si anticipano alcune foto ( Autore delle foto quì pubblicate: Michele Vecchio)
 
***********

Auguri: Ringraziamenti di "Agnese Ginocchio" per i messaggi di augurio pervenuti in occasione della ricorrenza della data di nascita

Ai circa 700 messaggi di Auguri che mi sono pervenuti(compresi i mess privati , i sms e quelli ricevuti dal vivo) in occasione della ricorrenza della mia data di nascita dello scorso 4 Ottobre 2011, desidero ringraziare con questa immagine che per me é particolarmente significativa, in quanto ha riguardato proprio la giornata. Il 4 Ottobre 2011 festa di S. Francesco d'Assisi, é avvenuto un altro piccolo e grande "miracolo" della Pace. Sotto un cielo azzurrissimo e sfolgorante, accompagnati dai riflettori di Fratello sole che ci ha illuminati, nel Comune di S. Angelo d'Alife(Ce) situato nel cuore del Parco Regionale del Matese, é stata finalmente collocata la targa d'intitolazione del primo "Albero della PACE" , che fu piantato in detto luogo, lo scorso 11 settembre 2011 in occasione della Marcia per la Pace dedicata al 10° anniversario dell'attentato alle Torri Gemelle. Con quest' Albero, che vi invito ad andare a visitare (si trova all'altezza della Villa Comunale nella piazza centrale ben visibile a tutti i passanti) perché é bellissimo e ci aiuta a rflettere sul significato della PACE e della difesa del Creato, desidero ringraziare tutti VOI per l'affetto che mi avete dimostrato ed il ricordo avuto nei miei riguardi. "Signore fa di me uno strumento della tua Pace, dove c'é l'odio ch'io porti l'amore."..".Beati gli Operatori di Pace perché saranno chiamati figli di DIO!" E ricordate: "Con la PACE si VINCE SEMPRE!!!" Grazie a tutti voi. Con affetto e stima, scenda su di voi la benedizione di Madre Pace! Shalom, Salaam, Peace, Mir, Amani, Pax, PACE! (By: Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace e testimonial per la Pace* 4 Ottobre 2011 Festa di S. Francesco D'Assisi patrono d'Italia. Giornata della Pace e dell' Ecologia )

*********

Urgente- Aderisci e fai aderire alla Campagna: "Taglia le ali alle armi!". NO all'investimento di 15 miliardi di euro per i cacciabombardieri F-35

Promossa da: Rete Italiana per il Disarmo - Campagna Sbilanciamoci affinché il Governo italiano rinunci all'acquisto di 131 cacciabombardieri F-35 "Joint Strike Fighter" Il costo previsto ormai arriva a circa 20 miliardi: questi soldi potrebbero essere usati in maniera più sensata e vantaggiosa per tutti i cittadini!

Campagna: Taglia le ali alle armi!  Promossa da: Rete Italiana per il Disarmo - Campagna Sbilanciamoci

Seconda fase della "Campagna di pressione" (originariamente lanciata da Sbilanciamoci! e da Rete Italiana per il Disarmo) affinché il Governo italiano rinunci all'acquisto dei cacciabombardieri F-35 "Joint Strike Fighter" Il costo previsto ormai arriva a circa 20 miliardi: questi soldi potrebbero essere usati in maniera più sensata e vantaggiosa per tutti i cittadini! Oltre alle adesioni online la campagna ha già raccolto circa 16.000 firme cartacee di sostegno.
COME CITTADINO HO DIRITTO ALL’ISTRUZIONE, AL LAVORO, ALLA PENSIONE ED ALLA SANITA'...
...POSSO FARE A MENO DI 131 CACCIABOMBARDIERI F-35 JSF!

Mentre con le due manovre economiche estive, per pareggiare i conti dello Stato, si chiedono forti sacrifici agli italiani con tagli agli enti locali, alla sanità, alle pensioni, all’istruzione, il Governo mantiene l'intenzione di procedere all’acquisto di 131 cacciabombardieri d'attacco F35 "Joint Strike Fighter" al costo di circa 20 miliardi di euro (15 per il solo acquisto e altri 5 in parte già spesi per lo sviluppo e le strutture di assemblaggio).

Le manovre approvate porteranno gravi conseguenze sui cittadini: si stimano proprio in 20 miliardi i tagli agli Enti Locali e alle Regioni (che si tradurranno in minori servizi sociali o in aumento delle tariffe), ed altri 20 miliardi saranno i tagli alle prestazioni sociali previsti dalla legge delega in materia fiscale ed assistenziale, senza contare il blocco dei contratti e degli aumenti ai dipendenti pubblici e l'aumento dell'IVA che colpirà indiscriminatemante tutti i consumatori.
Il tutto per partecipare ad un progetto di aereo militare "faraonico" (il più costosto della storia) di cui non si conoscono ancora i costi complessivi (cresciuti al momento almeno del 50% rispetto alle previsioni iniziali) e che ha già registrato forti critiche in altri paesi partner (Norvegia, Paesi Bassi) e addirittura ipotesi di cancellazione di acquisti da parte della Gran Bretagna. Senza dimenticare che, contemporaneamente, il nostro paese partecipa anche allo sviluppo e ai costosi acquisti dell'aereo europeo EuroFighter Typhoon.

Con i 15 miliardi che si potrebbero risparmiare cancellando l'acquisizione degli F-35 JSF si potrebbero fare molte cose: ad esempio costruire duemila nuovi asili nido pubblici, mettere in sicurezza le oltre diecimila scuole pubbliche che non rispettano la legge 626 e le normative antincendio, garantire un'indennità di disoccupazione di 700 euro per sei mesi ai lavoratori parasubordinati che perdono il posto di lavoro.
Siamo convinti che in un momento di crisi economica per prima cosa siano da salvaguardare i diritti fondamentali dei cittadini, investendo i fondi pubblici per creare presupposti ad una crescita reale del Paese senza gettare i soldi in un inutile e costoso aereo da guerra.

PER QUESTO CHIEDIAMO AL GOVERNO DI NON PROCEDERE ALL’ACQUISTO DEI 131 CACCIABOMBARDIERI F35 E DESTINARE I FONDI RISPARMIATI ALLA GARANZIA DEI DIRITTI DEI PIU’ DEBOLI ED ALLO SVILUPPO DEL PAESE investendo sulla società, l'ambiente, il lavoro e la solidarietà internazionale.
--------------------------------------------------------------------------------
Al termine mobilitazione porteremo al Governo tutte le firme raccolte a sostegno di questo appello
Rilanciano e sostengono questa mobilitazione: Campagna Sbilanciamoci! - Rete Italiana per il Disarmo - Tavola della Pace - GrilloNEWS - Unimondo (Fonte: Peacelink)

Aderisci:

Come persona

Come organizzazione

Adesioni dal 19 maggio 2009: 22589 persone, 427 organizzazioni ( Aggiornamento al 7 Ottobre 2011)

*************

domenica 2 ottobre 2011

FotoNotizia- 2 Ottobre Giornata Internazionale della Nonviolenza la "Bandiera della Nonviolenza" esposta dal Balcone di Agnese Ginocchio

FotoNotizia- 2  Ottobre 2011 Giornata Internazionale della NONVIOLENZA. Dai balconi della mia abitazione nel centro cittadino é stata messa esposta ben in mostra accanto alla Bandiera della PACE (perennemente esposta dal lontano 15 Febbraio 2003) anche la Bandiera della Nonviolenza vessilli per la Pace per eccellenza...(Cliccare per ingrandire e leggere il mess nella foto..) *(Di Agnese Ginocchio, Movimento per la Pace)

********